Nelle precedenti news vi abbiamo proposto differenti esempi come progettare un'attività didattica. Nel dettaglio vorremmo fornirvi un esempio specifico di progettazione di una lezione in una classe di alunni di 5 anni con un bambino straniero. L'argomento della lezione è il seguente: nelle ricorrenze emerge affettività tra genitori e figli. La festa della mamma è l'occasione per condividere un momento gioioso per i bambini. Vediamo come organizzare la progettazione del attività didattica.

Esempio progettazione

Come ogni attività didattica per la progettazione dovrete partire dell'analisi del contesto della classe in cui dovrà essere realizzata. Definiti i campi d'esperienza che sono immagini, suoni e colori. Uno degli elementi da tenere ben chiaro nella progettazione di qualsiasi attività didattica sono gli obiettivi di apprendimento. Ecco nel dettaglio alcuni esempi di ipotesi di svolgimento:

  • Potreste fare riferimento al gioco dei ruoli. Il bambino che imita la mamma nella quotidianità o fissare l'attenzione sul suo lavoro e quindi cosa dice, quali azioni compie. Potreste aggiungere interviste rivolte ai bambini;
  • Potreste organizzare un raccoglitore con le ricette di cucina delle mamme dei bimbi della classe. Il quaderno/raccoglitore è decorato dai bambini, ogni ricetta firmata sempre da loro, inoltre, avreste anche ricette tipiche del paese di provenienza dell'alunno straniero, infine potreste organizzare una mega colazione multi etnica...(in alternativa al quadernone potreste fare una presentazione multimediale con le foto dei piatti realizate dalle mamme);
  • potete anche partire da un progetto di emozioni e collegarvi al sentimento dell'amore, colore rosso, immagine classica del cuore, narrazione
  • Poi da lì farei un circle time basato sui sentimenti dei bambini verso i loro genitori. A quel punto mi soffermerei sull'immagine della mamma. Chiederei delle loro abitudini insieme. Gioco di ruolo, disegno libero per/su la loro mamma. Lavoretto per la festa a Lei dedicata.

Per le altre info sul mondo della scuola vi rimandiamo alle precedenti news.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!