Le Pensioni tornano ad essere al centro della campagna elettorale. A scendere in campo con una nuova proposta è il leader di Forza Italia, che rilancia l'idea di alzare l'importo minimo degli assegni erogati in favore di tutti gli anziani ad almeno 1000 euro al mese per 13 mensilità. L'obiettivo è "restituirgli la dignità del loro passato di protagonisti nella società", ha spiegato Silvio Berlusconi, ricordando che è necessario ripristinare il diritto a "vivere la propria vecchiaia in maniera decorosa, senza preoccupazioni e senza privazioni materiali o morali".

L'ex Presidente del Consiglio prende poi le distanze dalle altre controparti politiche, definendosi contrario ad utilizzare il termine "rottamazione" nei confronti delle persone in età avanzata. Quando si ha a che fare con le persone, non si tratta di smaltire autovetture, ha evidenziato esprimendo la propria posizione sul tema e sottolineando che "associare questo termine agli esseri umani fa rabbrividire".

Pensioni flessibili e welfare: le promesse elettorali in favore delle donne

L'altro tema sul quale intende puntare la campagna elettorale di Forza Italia è quello delle donne, definite come "il motore dell'Italia. Berlusconi ricorda quindi la necessità di riconoscere al genere femminile gli sforzi compiuti.

D'altra parte, l'esponente politico è intervenuto proprio ad un convegno organizzato a Monza e centrato sulla condizione femminile. Ma le anticipazioni sul contenuto del programma elettorale del partito non si sono fermate alle pensioni ed alla tutela delle donne. Il politico ha infatti ricordato gli altri punti centrali del proprio programma, a partire dall'abrogazione delle imposte sulla prima casa, per proseguire sulle donazioni, mentre è stata manifestata anche l'intenzione di mantenere l'attuale sistema di tassazione sulle successioni.

Il tutto senza dimenticare le questioni locali, visto che il prossimo 11/06 in molte città si terranno le nuove elezioni amministrative. "Un momento fondamentale" ha concluso Berlusconi, spiegando che "ci consentirà di portare il nostro buongoverno in sempre più amministrazioni comunali".

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori nel caso desiderino aggiungere un nuovo commento nel sito, mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!