generazione cultura è un progetto che nasce dall'idea de Il gioco del lotto, in collaborazione con Luiss Business School e il Mibact insieme ad Ales, con la volontà di creare un programma formativo per 100 neolaureati, divisi in due gruppi da 50 persone. Il primo gruppo ha già partecipato iniziando a marzo, e ora sono aperte le candidature per il secondo gruppo. L'obiettivo è duplice: creare un ponte tra il mondo accademico e il lavoro e valorizzare l'immenso patrimonio artistico e culturale italiano.

La funzione didattica

É stata creata la proposta di formazione in aula di circa 200 ore di lezione sui temi della comunicazione digitale, sul marketing culturale, sull'Adventure Lab, sul management dei progetti culturali e sulla gestione economica delle istituzioni culturali pubbliche italiane. Attraverso lavori di gruppo e laboratori applicativi gli studenti potranno apprendere sul piano teorico e pratico la realizzazione di business planning, per poi concentrarsi sullo sviluppo di singole visioni imprenditoriali: le migliori strategie elaborate saranno ammesse al Tutoring on demand, per poter essere sviluppate.

A fine corsi ci sarà una verifica relativa all'apprendimento. Il passo successivo sarà uno stage di 6 mesi presso un'istituzione culturale ed ogni mese gli alunni creeranno un documento che attesti le loro attività. La formazione in aula partirà a gennaio 2018 e durerà 6 settimane, lo stage inizierà a marzo/aprile per concludersi a settembre/ottobre, a cui seguiranno 3 giorni a ottobre di follow up e 4 mesi di tutoring on demand, da novembre 2018 a febbraio 2019. Il numero massimo di partecipanti per questo programma è di 50 studenti.

L'elenco dei requisiti per l'ammissione al progetto

Potranno partecipare al progetto Generazione Cultura i neolaureati con le seguenti caratteristiche:

  • nazionalità italiana;
  • in possesso di una laurea magistrale (in qualsiasi settore) o di un titolo estero equivalente;
  • età massima 27 anni;
  • buona conoscenza dell'inglese.

Gli ammessi, con il curriculum conforme alle aspettative, dovranno effettuare un test di ammissione basato sul livello di padronanza della lingua inglese e sulle capacità verbali, numeriche e logiche.

Superato il test svolgeranno un colloquio, che ne valuterà le capacità orali e motivazionali. Il costo totale del corso sarà finanziato da 'Il gioco del lotto', come pure il rimborso spese dello stage. La Borsa di studio prevede l'erogazione di 3.000 euro e non è possibile donarla a chi ha già un lavoro. Una bella scommessa per un'attività di alta formazione, per poter creare figure professionali che sappiano utilizzare nuove risorse per lo sviluppo e la promozione della cultura.

Per seguire tutti gli aggiornamenti in ambito culturale clicca il tasto Segui posizionato in alto alla pagina.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto