Dal 2 di novembre tutte le scuole capofila d'Italia stanno provvedendo al caricamento delle domande di inserimento/aggiornamento ad esse pervenute da parte degli aspiranti supplenti Ata. I candidati ai quali sia già stata caricata la domanda, possono già visualizzare il punteggio a loro attribuito. I candidati ai quali invece non sia stata ancora caricata la domanda da parte delle scuole capofila, potranno visualizzare il punteggio [VIDEO] a loro attribuito solo ed esclusivamente quando le scuole avranno provveduto al caricamento.

Procedura di caricamento e visibilità punteggi

Da fonti scolastiche autorevoli, tra le quali 'Orizzonte Scuola', si è potuto apprendere che le domande di terza fascia Ata pervenute alle scuole capofila si aggirino intorno al milione e mezzo. E' chiaro dunque che a carico delle segreterie gravi un lavoro piuttosto oneroso di valutazione, di conteggio e di inserimento.

Per questo motivo la data del 13 di novembre al fine dell'inserimento delle Istituzioni Scolastiche da parte dei candidati, è risultata impossibile da rispettare.

La scelta delle scuole su Istanze on Line sarà fattibile solo ed esclusivamente quando le segreterie scolastiche avranno ultimato il lavoro di caricamento.

Una volta concluso tale lavoro, tutti i candidati potranno visualizzare il punteggio a loro attribuito su Istanze on Line, tenendo presente però un fattore fondamentale: il punteggio visualizzato è solo ed esclusivamente il conteggio effettuato dalle scuole.

La visualizzazione del punteggio non è la graduatoria

La visibilità del punteggio non è la graduatoria provvisoria: gli aspranti NON dovranno pensare di trovarsi davanti la schermata delle graduatorie provvisorie, in quanto la pubblicazione di queste, avverrà in un secondo momento. E' chiaro che al momento della visualizzazione della graduatoria, l'aspirante si vedrà attribuito lo stesso punteggio del conteggio delle scuole, salvo reclami accolti dalle stesse.

Cosa fare se il conteggio è sbagliato

Dopo la pubblicazione dei punteggi su Istanze on Line, se il candidato ritiene che la scuola capofila abbia commesso errori, potrà rivolgersi direttamente ad essa per chiarire ogni dubbio o eventualmente correggere eventuali inesattezze di valutazione di titoli, punteggi o diritti vari.

Cosa fare se il punteggio della graduatoria è sbagliato

Nel caso l'aspirante si accorgesse di eventuali errori visualizzando la graduatoria provvisoria o prenderà atto di essere stato escluso, dovrà inoltrare reclamo al Dirigente Scolastico della scuola capofila entro dieci giorni, a partire dal primo giorno dopo la pubblicazione.

Tale reclamo dovrebbe essere presentato tramite un apposito modello, per il quale sarebbe utile premunirsi rivolgendosi alle stesse scuole o alle Associazioni Sindacali.

Ogni candidato deve ricordare che una volta pubblicate le graduatorie definitive, non sarà più possibile alcun ricorso, se non agendo legalmente o rivolgendosi al TAR.

Segui la nostra pagina Facebook!