Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, martedì 26 dicembre 2017, sono relative ai commenti durissimi espressi dai lavoratori nei confronti di un articolo pubblicato da 'Il Foglio' e firmato dall'ex ministro del Lavoro, Elsa Fornero. Ci occuperemo, inoltre, della critica presa di posizione assunta dal vicesegretario nazionale del Partito dei Pensionati, Luigi Ferone.

Pensioni 2018, notizie oggi 26 dicembre: 'I pensionati non possono essere un Bancomat per lo Stato'

Durissima presa di posizione quella assunta dal vicesegretario nazionale del Partito dei Pensionati, Luigi Ferone: attraverso una nota, infatti, si sottolinea come lo Stato punti sempre sui pensionati ogni qualvolta debba fare cassa.

'I pensionati non possono rappresentare il bancomat per tutte le evenienze' ha scritto Ferone, aggiungendo oltre modo che si tratta di un comportamento pericoloso, molto pericoloso.

L'esponente del Partito dei Pensionati non ha risparmiato nemmeno le critiche nei confronti del candidato premier del Movimento Cinque Stelle, onorevole Luigi Di Maio, protagonista in questi giorni di una campagna elettorale che verte sul taglio delle pensioni d'oro. 'E meglio riflettere prima di applaudire al primo demagogo che passa per la strada - ha affermato Ferone, sottolineando come i tagli alle Pensioni, indicati dal M5S, potrebbero riguardare anche quei pensionati che percepiscono assegni inferiori ai 5mila euro.

Secondo Ferone, anziché pensare a tagliare le pensioni, bisognerebbe fare qualcosa per aumentarle, specialmente quelle più basse visto che non è possibile vivere con 500 euro al mese.

Riforma pensioni 2018: Elsa Fornero duramente criticata dai Quota41

Grande disappunto, nei vari gruppi social, in merito all'articolo pubblicato da 'Il Foglio' e firmato da Elsa Fornero: l'ex ministro del Lavoro del Governo Monti ha sottolineato come sia impensabile abbassare l'età pensionabile intervenendo sulle pensioni d'oro.

I commenti a questa affermazione sono stati durissimi: c'è chi ha persino scritto una 'letterina di Natale a Elsa Fornero', ricordando tutte le ingiustizie che ha generato tramite la Legge previdenziale più odiata nel corso della storia della Repubblica Italiana. Secondo la Fornero, riproporre oggi gli stessi errori commessi in passato sarebbe da irresponsabili: in ogni caso l'ex Ministro del Lavoro si è dichiarata d'accordo sul taglio alle pensioni nei confronti di chi ha versato meno contributi rispetto all'importo dell'assegno che sta attualmente percependo.

Ultime notizie pensioni, oggi 26 dicembre: Inps, partita ufficialmente l'Ape Social

Sarebbero 9.839, secondo i dati resi noti dall'Inps, i nuovi pensionati che hanno (finalmente) ricevuto il primo cedolino pensionistico relativo all'Ape Sociale: si tratta di una percentuale che risulterebbe di poco inferiore all'ottanta per cento dei lavoratori aventi diritto. Per il prossimo mese di febbraio 2018, invece, è previsto il primo pagamento a favore dei lavoratori precoci.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!