Arrivano novità sui rinnovi dei contratti statali e sulla riforma della Pubblica Amministrazione in merito agli aumenti degli stipendi dei lavoratori del pubblico impiego determinati dai premi e dai bonus. Infatti, a partire dal 2018 sarà dato lo stop alla distribuzione dei bonus a pioggia determinate da valutazioni generose. Con il rinnovo dei contratti statali e la nuova Pubblica ammnistrazione della Madia verrà introdotto il meccanismo delle pagelle, sia per gli impiegati che per i dirigenti delle amministrazioni pubbliche.

Gli aumenti degli stipendi legati ai bonus e ai premi dipenderanno alla produttività e dalla qualità dei servizi. Ulteriore novità riguarda la valutazione degli statali che verrà svolta da una commissione formata da privati e da dirigenti della Pubblica amministrazione.

Riforma Pubblica amministrazione 2017 e contratti statali: quali bonus?

Con il rinnovo dei contratti statali e con la riforma Madia della Pubblica amministrazione, dunque, si cambierà registro. I bonus, informa Il Messaggero di oggi, 11 dicembre 2017, dipenderanno dalla valutazione che verrà data agli statali dall'Organismo indipedente di valutazione (Oiv).

Ma anche dai cittadini i quali dovranno esprimere un voto sui servizi della Pubblica amministrazione. In tema di valutazione, la principale novità riguarderà le singole amministrazioni che saranno chiamate entro la fine del 2017 a pubblicare, sul proprio sito, delle sezioni di customer satisfaction nelle quali i cittadini potranno assegnare un voto sui servizi ottenuti. Un simile meccanismo potrebbe essere attivato, in seguito, anche agli sportelli degli uffici pubblici.

Dalle valutazioni dell'Oiv e da quelle dei cittadini dipenderà l'attribuzione dei bonus ai dipendenti statali.

Ultime novità oggi su riforma PA 2017 e contratti statali: valutazione e premi

L'obiettivo della Madia tramite la riforma della Pubblica amministrazione ed il rinnovo dei contratti statali sarà quello di garantire bonus ai dipendenti più meritevoli, oltre che a procedere con l'armonizzazione degli stipendi pubblici, da comparto a comparto.

Cruciale, a tal proposito, sarà il ruolo dei valutatori che verranno selezionati attraverso un elenco nazionale. Inoltre, per fare in modo che il giudizio espresso dai cittadini sia il più oggettivo possibile, le amministrazioni dovranno mettere a disposizione dei cittadini una specie di catalogo dei comportamenti degli statali, consultabile prima che i fruitori stessi dei servizi possano esprimere il proprio giudizio.

Segui la nostra pagina Facebook!