Le ultime novità sulle #Pensioni ad oggi 8 gennaio 2018 vedono arrivare importanti novità dalla campagna elettorale. Il Centro Destra ha infatti deciso di puntare all'eliminazione della legge Fornero [VIDEO], mettendo la questione al centro del proprio programma. Nel frattempo l'#ocse esprime la propria preoccupazione in merito all'entità dei futuri assegni dei giovani, mentre dalla Camera si chiede ancora una volta di separare l'impatto di previdenza ed assistenza dai conti riguardanti il comparto. Infine, ricordiamo che nella giornata di domani ci sarà un nuovo incontro in merito al tema del cumulo gratuito. Vediamo insieme tutti i dettagli nel nostro nuovo articolo di approfondimento.

Riforma pensioni: il Centro Destra punta ad eliminare la legge Fornero

Il vertice tenutosi nella giornata di ieri tra gli esponenti del Centro Destra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Quarto Polo) ha concordato che il nuovo programma politico in caso di vittoria alle elezioni punterà a cancella la Manovra Fornero.

Resta però ancora da capire quali strade saranno seguite per trovare le risorse necessarie all'intervento correttivo, stante che diverse fonti giornalistiche stimano i costi previsti per le coperture lievitare fino alla cifra record di 140 miliardi di euro. Sempre in campo previdenziale, la stessa coalizione ha programmato anche interventi sulle pensioni minime (con l'obiettivo di portarle a 1000 euro al mese).

La preoccupazione dell'OCSE per i futuri assegni italiani

Il Direttore del dipartimento occupazione, lavori e affari sociali OCSE Stefano Scarpetta mette in guardia il sistema Paese contro un futuro previdenziale caratterizzato da assegni troppo bassi [VIDEO]. Secondo l'economista, questo rappresenta il vero problema del comparto, al fianco della sostenibilità di bilancio. Il riferimento va in particolare al calcolo contributivo delle pensioni, legato all'accumulo di montanti inadeguati e che produrranno rendite troppo basse. A questo si deve aggiungere che i giovani spesso vivono situazioni lavorative caratterizzate da buchi contributivi. Tutti elementi che rendono importante fare attenzione alla questione.

Le precisazioni dell'On. Damiano sulle ultime rilevazioni in arrivo dall'Ocse

"Stupisce che il Direttore dell’OCSE continui a sostenere la tesi dell’eccessiva incidenza della nostra spesa pensionistica rispetto al PIL: una percentuale che sarebbe addirittura doppia rispetto a quella degli altri Paesi europei".

Lo afferma il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, parlando di "un falso clamoroso". Sulla questione il parlamentare ricorda l'importanza di scomputare dal dato complessivo assistenza e previdenza, correggendo quindi il peso delle tasse sulle pensioni". In merito invece alla proposta in arrivo dal Centro Destra sull'abolizione della Manovra Fornero, "io proporrei di proseguire l'opera di smontaggio già ampiamente avvenuta con nuove salvaguardie che chiudano definitivamente il capitolo degli esodati; con la prosecuzione di opzione donna" e con il "rendere strutturale l'APE sociale ed introducendo finalmente quella volontaria". Infine, l'ex Ministro del Lavoro chiede di avviare la pensione di garanzia per i giovani e di allargare le categorie dei lavori gravosi per l'APE sociale, oltre che il blocco dell'innalzamento dell'aspettativa di vita.

Cumulo, domani l'atteso incontro per una soluzione

È previsto per domani l'incontro tra l'AdEPP (che riunisce 10 casse di previdenza private) e l'Inps, finalizzato a sbloccare finalmente il pensionamento tramite cumulo gratuito. Il via libera alla misura è atteso sin dall'approvazione della legge di bilancio 2017, come già sottolineato in alcuni nostri precedenti articoli. "Da allora tanti passaggi sono stati fatti anche su sollecitazione della stessa AdEPP", si legge nel comunicato pubblicato sul sito web dell'associazione. Il Presidente Alberto Oliveti si augura che il nuovo appuntamento "ci porti verso la soluzione definitiva" della vicenda.

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori nel caso desiderino aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che abbiamo riportato. Mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni [VIDEO] ricordiamo di utilizzare la funzione "segui" disponibile in alto, vicino al titolo dell'articolo. #politica