Recentemente quattro regioni del centro-sud Italia, il Lazio, la Sicilia, la Puglia, la Calabria, la Campania hanno annunciato circa 10000 mila assunzioni a tempo indeterminato per quest’anno. I destinatari sono nuovi professionisti del settore sanitario, infermieri, medici OSS che grazie al turn over andrebbero a sostituire chi è andato in pensione. Vediamo quindi nel dettaglio cosa viene previsto ricordano che si tratta di un'ottima opportunità per chi vuole intraprendere una carriera in questa ramo.

Sanità: nel Lazio, in Puglia e in Campania assunzioni di Medici,Tecnici ed Infermieri

In particolare il giornale roma.today.it riporta che nel Lazio si è dato il via a nuovi concorsi nazionali per 60 nuovi primari, 41 a Roma e provincia e 19 nelle 4 province del Lazio. Saranno in totale circa 3.000 le unità - tra nuovi assunti e stabilizzati -che saranno immesse nel comparto sanità. Nicola Zingaretti ha infatti presentato ieri il decreto commissariale con cui si autorizzano le Aziende sanitarie a indire i concorsi nazionali per varie procedure di selezione che dovranno concludersi entro questo 31 dicembre.

Lo stesso Zingaretti ha infatti dichiarato che proprio ieri sono uscite le nuove graduatorie dei 200 precari stabilizzati nella sanità che portano a 1.301 lavoratori i precari stabilizzati.

Il giornale online vesuviolive.it rende noto che anche regione Campania ha presentato tramite il suo Presidente De Luca, il nuovo piano sanitario con cui sono state predisposte 4000 nuove assunzioni

Anche la regione Puglia ha chiesto nuove assunzioni relative al personale sanitario prevedendo un allargamento delle piante organiche (mancano infatti circa 6000 unità) per consentire la copertura di tutti i servizi.

Le apparecchiature di diagnostica, per esempio, non possono essere utilizzate H 12 per via della carenza di personale.

Calabria e Sicilia: un piano per l’allargamento delle piante organiche

Il Giornale di sicilia fa sapere invece che la regione è in procinto di approvare il piano di stabilizzazione per più di duemila precari, fra infermieri, medici e amministrativi. L’obiettivo è quello di trasformare tutti i contratti a tempo determinato (che saranno nelle more prorogati) in impieghi a tempo indeterminato.

Scatterà di conseguenza, per assicurare le coperture finanziarie, un divieto di sottoscrivere nuovi contratti flessibili. I sindacati, hanno parlato di più d 3mila precari da stabilizzare chiedendo il rispetto dei tempi.

Infine segnaliamo che anche in Calabria e precisamente a Catanzaro l’amministrazione ha autorizzato con un apposito decreto 428 nuove assunzioni a tempo indeterminato per 7 primari, 82 dirigenti medici, 37 ostetriche, 69 infermieri e 233 operatori socio-sanitari, per migliorare il servizio sanitario. Ma non finisce qui perchè ci saranno nuove assunzioni. Anche a Cosenza cosi’ come riporta il giornale online laltrocorriere.it ci saranno 15 medici nuovi, 10 infermieri e 40 Oss in più.

A Reggio Calabria i medici saranno 19, 6 le ostetriche, 18 gli infermieri e 40 gli OSS. Infine segnaliamo che anche l’assessore della regione Sardegna alla conferenza socio sanitaria ha annunciato l’annullamento del turn over, nuove assunzioni e nuove stabilizzazioni.

Segui la nostra pagina Facebook!