Novità sul rinnovo dei contratti statali e, nel particolare, della Scuola arrivano dalla bozza di contratto che è stata proposta dall'Aran ai sindacati nei giorni scorsi. Nel dettaglio, oltre alle questioni economiche degli aumenti degli stipendi dei docenti e del personale scuola, il documento contiene novità sui procedimenti disciplinari. Ai dirigenti scolastici, informa il sindacato Gilda Insegnanti, verrebbe dato il potere di sospendere i docenti fino a dieci giorni come, ad oggi, è previsto per il personale ausiliario, tecnico e amministrativo (Ata).

A fare il punto della situazione sul rinnovo del contratto scuola 2018 è stato Fabrizio Reberschegg, Presidente dell'Associazione Art. 33.

Ultime contratto scuola 2018: novità sanzioni docenti, statali e Ata?

Per docenti e personale della scuola, le novità che potrebbero essere introdotte con il rinnovo dei contratti statali non sarebbero positive. "C'è un peggioramento della situazione - afferma Fabrizio Reberchegg - perché vengono inserite nel codice disciplinare alcune modifiche, considerate inaccettabili, come quelle che riguardano il registro elettronico dei docenti, le assenze dovute alle malattie e i controlli previsti dalla riforma della Pubblica Amministrazione del ministro Marianna Madia.

Molti comportamenti degli statali possono peggiorare la situazione soggettiva. C'è, inoltre, tutta la situazione che scaturisce dal fatto che verrebbe introdotta la possibilità per i dirigenti scolastici di comminare sospensioni disciplinari fino a dieci giorni a carico dei docenti, situazione che fino ad oggi era solo accennata in altre leggi. L'Associazione Art. 33 considera il potere sanzionatorio dei dirigenti scolastici verso i docenti molto pericoloso, soprattutto in questa fase".

Rinnovo contratto statali 2018: novità oggi sanzioni disciplinari

Infatti, in vista del rinnovo del contratto scuola, l'Associazione Articolo 33 chiede che il nodo dei poteri sanzionatori dei presidi possa essere affrontato in una fase separata. Secondo quanto affermato da Reberschegg, occorrerebbero due o tre mesi di tempo per discuterne, in maniera adeguata, con esperti della materia. Al momento, secondo quanto previsto dal Decreto legislativo numero 297/1994, le sanzioni fino a dieci giorni possono essere comminate dai dirigenti scolastici nei confronti dei dipendenti ausiliari, tecnici ed amministrativi (Ata), non prevededo, la norma, lo stesso potere nei confronti dei docenti.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!