Le ultime novità sulle Pensioni ad oggi 15 aprile 2018 vedono arrivare nuove prese di posizione da parte dei sindacati in merito all'incremento dei requisiti di uscita dal lavoro per l'applicazione dell'adeguamento all'aspettativa di vita. Nel frattempo sono partiti i primi 8 pagamenti relativi alle pratiche di pensionamento tramite il cumulo gratuito dei contributi, mentre il nodo dei vitalizi continua a tenere accesa la dialettica pubblica. Vediamo inseme tutti i dettagli al riguardo nel nostro nuovo articolo di approfondimento.

Pubblicità
Pubblicità

Sindacato di Polizia: sempre più complicato andare in pensione

Arriva una nuova presa di posizione da parte del Presidente del Libero Sindacato di Polizia Antonio De Lieto, che ha puntato il dito contro il meccanismo dell'adeguamento all'aspettativa di vita, definendolo "iniquo e cervellotico". Secondo il sindacalista, è "sempre più difficile nel nostro Paese, riuscire ad andare in pensione e con l'introduzione della speranza di vita, si rischia che l'età pensionabile, di aumento in aumento, raggiunga tetti assurdi".

Il rappresentante dei lavoratori ha quindi evidenziato che "l'aumento dell'età pensionabile, in relazione alla speranza di vita, colpisce anche il personale del comparto sicurezza, difesa, e Vigili del Fuoco, tant'è che una circolare Inps ha comunicato che dal primo gennaio 2019, per questo personale, l'età pensionabile, subirà un aumento di cinque mesi".

Cumulo dei contributi, erogati i primi 8 assegni

Dopo che la situazione relativa la cumulo gratuito dei contributi è riuscita finalmente a sbloccarsi sono partiti i primi pagamenti dei richiedenti.

Pubblicità

In particolare, si tratta di otto trattamenti liquidati tramite l'Inps e le casse degli ingegneri, degli architetti e dei medici. I pagamenti dovrebbero di conseguenza iniziare entro pochi giorni. Ricordiamo che dopo il via libera generale ogni singola cassa è tenuta a firmare l'accordo diretto con l'Istituto pubblico di previdenza. In questo senso, le ultime a chiudere la trattativa sono state l'Enpapi, l'Eppi, la Cipag, l'Enpaf e l'Enpav.

Di Maio (M5S): sui vitalizi emerge sinergia con la Lega

"Con la Lega c'è una sinergia istituzionale che ha permesso di rendere operativo il Parlamento con l'elezione dei presidenti delle Camere, degli uffici di presidenza, dei presidenti delle commissioni speciali".

Lo ha affermato il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, spiegando che in proposito si sono già concretizzati i primi riscontri. A tal proposito, l'esponente pentastellato ha evidenziato che "uno dei primi risultati di questa sinergia è l'istruttoria sui vitalizi".

Fornero: sui vitalizi questione delicata, per questo scegliemmo il contributo di solidarietà

"Non si tratta di avviare una riforma dei vitalizi, perché sono stati già riformati.

Pubblicità

Quello di cui si è parla è di cambiare, ridurre o tagliare i vitalizi che sono attualmente in pagamento per ex parlamentari sulla base di criteri molto più generosi di quelli attuali". Lo afferma l'ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero, intervistata da Radio Radicale. "Quindi il problema è delicato" ha proseguito, "perché si tratta di andare a toccare qualcosa che non riguarda il futuro, ma il passato". Infatti, "ricalcolare tutte queste pensioni è abbastanza delicato: per questo la nostra scelta fu di un contributo di solidarietà".

Pubblicità

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori qualora desiderino aggiungere un commento nel sito o nella pagina Facebook "Riforma Pensioni e Lavoro" in merito alle ultime novità su lavoro, welfare e previdenza riportate nell'articolo.

Leggi tutto