Dopo gli aggiornamenti sulle assunzioni in Unicredit, UBI Banca ed Enel ecco ora una notizia che riguarda il settore della sanità nel Lazio ed in Campania. Vediamo quindi nel dettaglio cosa è stato previsto ricordando che si tratta di un'ottima opportunità per chi lavora già negli ospedali come specializzando o medico non strutturato. In particolare nella regione Lazio sono in arrivo nuove assunzioni di medici. Le assunzioni saranno tutte a tempo indeterminato.

Inoltre in tutte le Asl della Regione sono in corso le procedure per ulteriori 1.500 stabilizzazioni del personale del comparto sanità.

Pubblicità

La notizia è più che ufficiale infatti a lanciarlo è lo stesso Nicola Zingaretti che dalla sua pagina Facebook scrive “Dopo le 3500 assunzioni e stabilizzazioni di medici e infermieri da qui a fine anno arriva un’altra buona notizia per la nostra sanità: al via i concorsi per assumere altri 5000 giovani medici. Era un impegno che avevamo preso e che abbiamo mantenuto.”

Sanità: nel Lazio e in Campania assunzioni di Medici, Tecnici ed Infermieri

In Campania d'altra parte anche il governatore Vincenzo De Luca fa una pubblica dichiarazione rendendo noto l’approvazione del piano regionale per il personale del sistema sanitario regionale che prevede l’assunzione di 7000 nuovi dipendenti.

Lo fa rivolgendosi alle nuove leve della medicina campana che dal palco del teatro Augusteo hanno partecipato al giuramento di Ippocrate.

La proposta di legge promotrice del ricambio generazionale nel Lazio prevede che dal 2018 al 2022 saranno reclutate con concorsi pubblici 5.000 unità di personale per gli ospedali del Lazio. Le graduatorie inoltre rimarranno valide per periodo di 3 anni. A presentare il provvedimento è stato lo stesso Nicola Zingaretti e l'assessore alla Sanità, D'Amato. Ogni anno quindi sono previste circa 1000 nuove assunzioni.

Pubblicità

Ecco dunque che sia apre una nuova fase di rafforzamento del personale. Lo stesso Zingaretti ha infatti dichiarato che proprio ieri sono uscite le nuove graduatorie che porteranno 3500 precari verso la stabilizzazione. Occorre dare maggiore certezza a tanti giovani che nelle università hanno studiato 6 anni sia riguardo le modalità d’accesso alle professioni sanitarie sia sul piano del livello contrattuale. Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie sul mondo del lavoro, dei concorsi pubblici e della scuola, continuate a seguirci su Blasting News