Con il nuovo governo giallo-verde guidato dal premier Giuseppe Conti non ci dovrebbero essere più dubbi: la riforma Pensioni targata Fornero sarà superata, arriveranno la soluzione Quota 100 e la proroga di Opzione donna. E’ quanto vanno ripetendo in queste ore, anche nel tour elettorale siciliano oltre che in vari video su Facebook, sia il leader del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio, neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, sia il leader della Lega Matteo Salvini, neo ministro dell’Interno già da subito alle prese con le questioni legate alla sicurezza e all’immigrazione tanto care al popolo leghista.

Governo Conte, Salvini e Di Maio in campagna elettorale in Sicilia

Ma una cosa è stare all’opposizione, tutt’altra cosa è governare. Quindi è chiaro che sono tanti i nodi che verranno al pettine, alcuni cominciano già ad arrivare in queste ore. Il ministro dell’Interno mette infatti le mani avanti, “senza – ha detto - bacchette magiche”. Consapevole della difficoltà ad attuare in tempi brevi il “contratto” del “governo del cambiamento”. “Senza tante promesse – ha aggiunto Matteo Salvini in un comizio improvvisato oggi a Catania - mi ricordo i motivi per i quali ci avete scelto”.

Ed ha elencato i temi caldi entrati subito nell’agenda di governo e sui quali in questi giorni si sta registrando piena sintonia tra Salvini e Di Maio in attesa che sulla questione si esprime anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Pensioni, lavoro, fisco le priorità da affrontare per i due vicepremier

“Lavoro, meno tasse, via la legge Fornero”, ha ribadito oggi il leader del Carroccio trovandosi ancora una volta in piena sinergia con il leader pentastellato benché su fronti opposi alle elezioni Amministrative 2018 in Sicilia, dove in queste ore si stanno spendendo a sostegno ognuno dei propri candidati a sindaco e ai consigli comunali.

Luigi Di Maio, a Ragusa, oggi è tornato a promettere “reddito e pensione di cittadinanza”. Non solo previdenza e lavoro, Salvini in Sicilia ha parlato anche di “difesa dell’agricoltura, della pesca e soprattutto – ha sottolineato il ministro dell’Interno a Catania – difesa dei confini territoriali”. “Immigrati non ne vogliamo più”, urla, per approvare il discorso del leader, qualcuno dalla folla la cui voce si sente durante il video trasmesso su Facebook in diretta sul gruppo #SalviniPremier per un Nuovo Centrodestra.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!