Pensioni e Legge di Bilancio 2019 assolutamente in primo piano sul fronte politico. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha presieduto ieri un vertice riguardante proprio la manovra finanziaria che dovrà essere messa a punto entro il prossimo autunno. Il premier ha parlato di riforme strutturali che favoriranno il nostro 'sistema-paese' ma si dovrà cercare di bilanciare le richieste dei due partiti di maggioranza, soprattutto per quanto riguarda la questione legata alle pensioni.

Intanto, l'ex ministro Elsa Fornero ha replicato alle affermazioni del vicepremier Salvini, a 'Il Sole 24 ore', in merito a Quota 100 per tutti nella prossima Legge di Bilancio 2019.

Pensioni, Salvini pensa a Quota 100 per tutti, Di Maio non intende rinunciare al reddito di cittadinanza

Matteo Salvini, come rilanciato ieri durante un'intervista a 'Il Sole 24 ore', vuole garantire Quota 100 per tutti, da subito e senza paletti: il costo dell'operazione è stato quantificato in 6-8 miliardi.

Dal canto loro, il Movimento Cinque Stelle non intende rinunciare ad uno dei cavalli di battaglia della loro campagna elettorale, vale a dire il reddito di cittadinanza. L'obiettivo minimo del partito pentastellato è quello di garantire una forma di sostegno agli oltre 5 milioni di cittadini che sono costretti a vivere attualmente sotto la soglia di povertà.

Elsa Fornero su Quota 100: 'Salvini si accorgerà che è impossibile accontentare tutti'

A proposito delle dichiarazioni del leader della Lega Nord, non poteva mancare la secca risposta dell'ex ministro del Lavoro del Governo Monti, Elsa Fornero, la quale rifiuta categoricamente l'idea del vicepremier Salvini riguardo al fatto che per dare lavoro a una persona occorra mandarne via un'altra. La Fornero ha dichiarato che, ben presto, il Ministro degli Interni si accorgerà come sia impossibile accontentare tutti in politica.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Salvini

Pensioni, Fornero: 'Si rischia disparità di trattamento e penalizzazione dei giovani'

Elsa Fornero ritiene, inoltre, che il Governo gialloverde debba chiarire molti punti oscuri che si nascondono dietro la proposta Lega-M5S: ad esempio, non è ben chiaro che fine faranno Ape Sociale e Ape volontaria e come i nuovi parametri andranno ad inserirsi a quelli relativi all'aspettativa di vita.

La Fornero ritiene, inoltre, che se si abbassa l'età di uscita pensionistica, in futuro si avranno dei problemi per quanto riguarda l'importo delle pensioni che perderanno, inevitabilmente, potere d'acquisto.

Insomma, secondo l'ex ministro, non bastano gli slogan per far quadrare i conti e il rischio è quello di creare disparità di trattamento e di far pesare queste misure sulle spalle dei giovani.

Boccia, Confindustria: 'Non solo pensioni e migranti, l'Italia deve risolvere le sue complessità'

Un concetto che, per certi versi, è stato ribadito anche dal presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il quale ritiene che l'Italia debba andare oltre il dibattito concentratosi da mesi su temi come i migranti e le pensioni.

'Il nostro Paese deve risolvere le sue complessità - ha dichiarato Boccia a 'Il Sole 24 Ore' - occorre studiare un piano organico di politica economica a medio termine, senza continuare ad addossare le colpe ai governi precedenti'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto