Lo scorso venerdì 14 dicembre il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato i primi esempi di tracce per la prova di Italiano del nuovo esame di maturità. La prima prova della maturità 2019 sarà la prova scritta, la quale si svolgerà il prossimo mercoledì 19 giugno. Ulteriori esempi di prove scritte saranno diffusi nelle prossime settimane. Questo vale anche per la seconda prova scritta. Ricordiamo che, a partire dal 2019, la terza prova è stata abolita. I primi esempi pubblicati dal Miur si riferiscono uno alla tipologia A, due esempi della tipologia B e uno della tipologia C. Sono stati quindi forniti più dettagli sulla tipologia B della prima prova scritta.

Pubblicità

Tipologia B della nuova prima prova scritta

Uno dei due esempi di tipologia B è l'analisi e produzione di un testo argomentativo dal titolo "La fatica di leggere e il piacere della lettura". Il testo proposto inizia nel seguente modo: "La fatica di leggere è reale. Per questo il piacere della lettura è una conquista preziosa. Lo è perché leggere arricchisce la vita". Ai candidati, nel tempo massimo di sei ore, è richiesto di leggere attentamente il brano proposto ed elaborare un testo di analisi e un commento.

A seguire, i candidati dovranno elaborare un testo nel quale sviluppare le proprie opinioni sulla questione della lettura. Durante la prova scritta sarà possibile utilizzare il dizionario italiano e il dizionario bilingue per i candidati di madrelingua non italiana.

Tipologie A e C

Inoltre è utile chiarire cosa richiedono le altre tipologie di prima prova. La tipologia A richiede l'analisi e interpretazione di un testo letterario italiano compreso nel periodo che va dall’Unità d’Italia ad oggi. La tipologia C prevede una riflessione critica di carattere espositivo e argomentativo su tematiche di attualità.

Pubblicità

La traccia proporrà problematiche vicine alle esperienze e prospettive degli studenti, e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che fornisca ulteriori spunti di riflessione. La commissione per la valutazione delle prove avrà a disposizione delle griglie di valutazione nazionali (uguali per tutte le scuole italiane) finalizzate a garantire una maggiore equità e più omogeneità nella correzione degli scritti. La seconda prova multidisciplinare si svolgerà giovedì 20 giugno. A seguire saranno pubblicati i calendari delle prove orali, in base alla lettera che sarà estratta per il loro inizio.