L'aggiornamento sullo sciopero dei treni a gennaio 2019 riporta notevoli disagi per i passeggeri Trenitalia, mentre quelli di Trenord e Italo NTV non risultano al momento coinvolti. In totale, sono 6 gli scioperi in calendario secondo quanto riportato dalla sezione ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). Le regioni soggette alle proteste del personale Trenitalia sono: Liguria, Sicilia, Toscana, Piemonte, Valle d'Aosta, Calabria ed Emilia Romagna. A seguire le informazioni dettagliate sulle mobilitazioni in programma a partire dai primi giorni del mese di gennaio, anche se il numero maggiore di agitazioni si concentrerà nella seconda metà del mese.

Sciopero treni Trenitalia a gennaio 2019

Il primo sciopero dei treni si terrà il prossimo 8 gennaio e coinvolgerà il personale della società Trenitalia in riferimento alla sezione equipaggi e distribuzione DPLH della regione Liguria per 60 minuti, dalle 5 alle 6 del mattino. Come riporta il calendario del MIT, la sigla sindacale associata allo sciopero è OSR ORSA Ferrovie, che ha proclamato l'agitazione lo scorso 18 dicembre.

Il sindacato OSR ORSA sarà coinvolto anche nel secondo sciopero del settore ferroviario del nuovo anno, che si svolgerà tra il 10 e 11 gennaio in Sicilia, con l'inizio fissato alle 3 di notte del giorno 10.

I dipendenti sciopereranno per un totale di 23 ore, dunque fino alle 2 di notte dell'11 gennaio. A incrociare le braccia sarà il personale mobile della regione siciliana, fra cui macchinisti e capitreno.

Nei giorni 19 e 20 gennaio ci sarà lo sciopero del personale Trenitalia nella regione Toscana, che coinvolgerà il settore equipaggi della società DTR a livello regionale. I disagi per i passeggeri che desiderano partire o arrivare in Toscana avranno inizio alle ore 21 del giorno 19 e proseguiranno per 24 ore, fino alle ore 21 del giorno successivo.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Viaggi

Aderiranno le sigle sindacali OSR CAT, USB, CUB Trasport, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fast, ORSA + RSU 47.

Dal 20 al 21 gennaio si terrà lo sciopero ferroviario nelle regioni Piemonte e Valle d'Aosta, che coinvolgerà per un totale di 23 ore il personale delle strutture DPR e DPLH. In entrambe le regioni, i dipendenti inizieranno a scioperare dalle 3 di notte del giorno 20 fino alle 2 di notte del 21 gennaio, supportati dal sindacato OSR ORSA Ferrovie + RSU.

I sindacati Cisl e Ugl hanno proclamato per le giornate del 24 e 25 gennaio uno sciopero di 24 ore nella regione Calabria, a cui aderirà il personale della società RFI e i dipendenti Trenitalia del settore DPLH IMC.

La mobilitazione avrà inizio dalle ore 21 del giorno 24 e si concluderà alle ore 21 del 25 gennaio.

L'ultimo sciopero dei treni in calendario nel primo mese del 2019 si svolgerà il prossimo 25 gennaio e avrà per protagonisti i dipendenti della società RFI della direzione Area Circolazione di Bologna. La durata della protesta sarà di 8 ore, dalle 9 del mattino fino alle ore 17. Coinvolte le maggiori sigle sindacali, da Cgil alla Cisl, fino a Uil, Ugl-Af e Fast.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto