E' già tempo di prime scadenze per i lavoratori che vogliano andare in pensione anticipata con la quota 100 durante il 2019. L'articolato meccanismo delle finestre di uscita del decreto di introduzione delle Pensioni a quota 100, pensioni anticipate con i requisiti Fornero e opzione donna è stato spiegato dalla circolare Inps numero 11 del 2019. In particolare, i lavoratori statali che vogliano uscire da lavoro per andare in pensione con la quota 100 il 1° agosto 2019 (prima finestra di uscita utile) devono presentare domanda entro oggi. Fino alle 19 di ieri, informa il quotidiano economico Il Sole 24 Ore di oggi, sono state 5.532 le domande di pensione presentate all'Inps.

Pensione anticipata, uscita a quota 100: presentazione domanda statali, ultime novità di oggi

La corsa per la pensione anticipata a quota 100 riguarda, in prima battuta per l'imminente scadenza, i dipendenti del pubblico impiego che avranno solo fino ad oggi, 31 gennaio, la possibilità di presentare domanda per la decorrenza del pensionamento dal 1° agosto 2019 se iscritti all'ex gestione Inpdap.

La scadenza di oggi deriva direttamente dalla finestra semestrale applicata alla quota 100 per i lavoratori statali. Proprio per i lavoratori del pubblico impiego incombe, inoltre, la presentazione della domanda contestuale di collocamento a riposo all'amministrazione di appartenenza. Quest'ultimo adempimento, secondo quanto previsto dall'art. 4 del decreto legge numero 4 del 2019, determina proprio il preavviso dei sei mesi rispetto alla decorrenza dell'assegno pensionistico (primo giorno successivo alla finestra).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Salvini

Nel dettaglio dei requisiti di uscita dei lavoratori statali, secondo quanto riportato nella circolare Inps, potranno presentare domanda di pensione con quota 100 i lavoratori del pubblico impiego che abbiano maturato l'età di almeno 62 anni e 38 di contributi alla data del 29 gennaio 2019, ovvero dalla data di entrata in vigore del decreto con decorrenza della pensione al 1° agosto prossimo. Inoltre, i dipendenti della Pubblica Amministrazione che maturino i requisiti a partire dal 30 gennaio 2019, giorno successivo all'entrata in vigore del decreto, potranno presentare domanda di uscita da lavoro considerando la finestra semestrale e, pertanto, la decorrenza sarà fissata ad una data successiva al 1° agosto 2019.

Pertanto, un lavoratore statale che maturi i requisiti il prossimo 29 maggio potrà avere la pensione a quota 100 con decorrenza a partire dal 30 novembre 2019.

Quota 100 e opzione donna: finestre di uscita per la pensione anticipata

Il meccanismo delle finestre, tuttavia, concede tempi più lunghi di presentazione delle domande alle lavoratrici che vogliano andare in pensione anticipata con l'opzione donna rispetto a chi scelga la quota 100. Infatti, come riportato dalla circolare dell'Inps, le donne che abbiano maturato i 35 anni di contributi e l'età minima di 58 anni (le dipendenti) e di 59 anni (le autonome) potranno maturatre il diritto alla pensione anticipata con opzione donna considerando i 12 mesi di finestra che partono dalla maturazione dei requisiti previsti (le dipendenti) o i 18 mesi previsti per le autonome.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto