Le ultime novità sulle Pensioni ad oggi 17 aprile 2019 vedono emergere numerose dichiarazioni in merito alla riforma del sistema pensionistico dal Forum InPrevidenza 2019, organizzato dal CNPADC. Il confronto ha visto intervenire esponenti dell'attuale Governo così come di quelli precedenti, oltre a figure chiave di riferimento per il sistema Paese. Dall'acceso dibattito è emerso che non sono mancate le perplessità in merito ai nuovi provvedimenti di flessibilità in uscita dal lavoro, soprattutto per quanto concerne il rilancio della crescita e del turn over con l'ingresso nel mercato delle nuove generazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Fornero su Quota 100: la legge è ancora integra

In merito alle nuove pensioni anticipate tramite quota 100 l'ex Ministro del lavoro Elsa Fornero è tornata a commentare l'attuale stato delle cose proprio durante il Forum InPrevidenza 2019, organizzato dalla Cassa dei Dottori Commercialisti. Per l'esponente del governo Monti con il nuovo provvedimento "si rischia di lasciare fuori chi ha bisogno". Nonostante ciò, "la Legge Fornero è ancora integra, perché il Governo ha solo aggiunto una finestra di prepensionamento".

Pubblicità

Sulla questione è intervenuto durante il convegno anche il Presidente della CNPADC Walter Anedda, esprimendo i propri dubbi in merito alla nuova Q100: "Non c’è alcun riscontro che ad un’uscita per pensionamento corrispondano uno o due ingressi nel mercato del lavoro". L'esponente dell'Ordine fa quindi notare il "parallelo con la situazione giapponese", caratterizzata da "tassi di occupazione alti, ma elevati requisiti per il pensionamento".

Durigon su Q100: effetti a partire dal prossimo autunno

Sempre in merito alle nuove pensioni anticipate tramite quota 100 è arrivato un nuovo commento anche dal Sottosegretario Claudio Durigon.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

L'esponente del Governo ha spiegato che i primi riscontri in merito al turn over tra giovani e lavoratori anziani potranno arrivare nel prossimo autunno. In particolare, si è quindi evidenziato l'effetto della finestra semestrale che caratterizza le uscite nella pubblica amministrazione, visto che "il turn over comincia il 19 novembre 2019 e sarà al 100% nel 2020".

Rossi (Confindustria): Quota 100 non serve

Anche da Confindustria sono emerse forti perplessità in merito al nuovo meccanismo di prepensionamento avviato dal Governo, oltre che al reddito di cittadinanza.

Secondo il Presidente dei giovani di Confindustria Alessio Rossi, le due misure non aiuterebbero la crescita del Paese. Nello specifico, la quota 100 "non serve a nulla, è solo una finestra di prepensionamento e non porterà a un aumento dei posti di lavoro". In questo senso, non sarebbe in grado di garantire "nessuna staffetta generazionale, dunque tanto meno un rimpiazzo di uno a uno". Mentre il RdC rappresenterebbe una "misura assistenziale con un fine nobile, ma è uno strumento che non ha nulla a che fare con la crescita" conclude Rossi.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto