In arrivo nuovi concorsi per migliaia di assunzioni nel pubblico impiego. Il ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, ha formato il decreto per l’avvio delle procedure concorsuali relative ad oltre 4.900 assunzioni. Con lo stesso decreto vengono inoltre autorizzati oltre 5.000 ingressi nelle amministrazioni centrali e lo sblocco di nuovi investimenti, pari a circa 35 mila milioni di euro, da destinare al finanziamento di ulteriori concorsi. Per la pubblicazione dei relativi bandi di concorso si attende ora la controfirma del ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria.

Decreto per 4.900 assunzioni, prossima la pubblicazione dei bandi di concorso

Il ministro Bongiorno ha diffuso nei giorni scorsi una nota con la quale comunica la firma di un decreto ministeriale per la pubblicazione di bandi di concorso attraverso i quali procedere alle assunzioni di esattamente 4.902 lavoratori nella Pubblica Amministrazione. La firma del decreto, prosegue la nota, dimostra l’impegno del Governo ad investire nella PA anche con l’ingresso di nuove leve.

Impegno che non si ferma allo sblocco dei nuovi concorsi ma prosegue con lo sblocco di oltre 5.000 assunzioni provenienti dalle graduatorie dei concorsi precedenti. Altri 35 milioni di euro, inoltre, sono stati stanziati dal ministero per l’avvio di nuove procedure concorsuali che dovranno portare a nuove assunzioni.

L’annuncio dei nuovi concorsi è una diretta conseguenza della situazione nella quale versa la Pubblica Amministrazione che, secondo quanto reso noto nel corso del Forum della PA svoltosi nei giorni scorsi, sarà interessato da un vero e proprio esodo verso la pensione per contrastare il quale lo stesso ministro Bongiorno aveva già annunciato lo sblocco del turn over.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro Pubblica Amministrazione

Pensioni anticipate nella Pubblica Amministrazione: 500 mila uscite nei prossimi anni

La carenza di personale nella Pubblica Amministrazione era stata sottolineata nei giorni scorsi dai sindacati secondo i quali, per effetto delle diverse misure di riduzione della spesa pensionistica attuate negli ultimi anni, "Opzione donna", "Quota 100", pensioni di vecchiaia e anticipate in genere, si calcola che saranno circa 500 mila di dipendenti statali che lasceranno il loro posto.

Appare facile ipotizzare, quindi, che i nuovi Concorsi Pubblici annunciati dal ministro Bongiorno saranno solo i primi di una lunga serie che dovranno garantire in tempi rapidi un ricambio generazionale non più rimandabile, anche perché i dipendenti pubblici over 60 rappresentano il 16,4% del totale. Per agevolare il ‘ringiovanimento’ del settore pubblico, il ministro ha inoltre annunciato di avere allo studio, insieme al ministro della Pubblica Istruzione Bussetti, un corso universitario “ad hoc” che permetta agli studenti di accedere direttamente ai concorsi pubblici una volta terminato il loro ciclo di studi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto