Uno dei principali concorsi attesi per l'anno in corso è quello previsto al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Numerose indiscrezioni sono state rilasciate in proposito dal sottosegretario Gianluca Vacca durante una conferenza stampa. I bandi in attesa per le prossime settimane, nello specifico entro il mese di luglio, saranno due: il primo funzionale all'assunzione di figure non dirigenziali, il secondo relativo alla selezione di dipendenti con ruolo dirigenziale.

I bandi in uscita entro la fine di luglio

Secondo il piano di assunzioni redatto dal Ministero, nel triennio 2018- 2020 il Mibac effettuerà migliaia di assunzioni: tali nuove entrate saranno funzionali a sostituire il personale uscente per la pensione, anche grazie ad interventi normativi specifici quali Quota 100 e Opzione donna che hanno favorito le pensioni anticipate.

Secondo le stime, infatti, il personale che nei prossimi due anni maturerà i requisiti per la pensione raggiungerà circa le seimila unità, le quali, inevitabilmente, dovranno essere sostituite da nuove entrate.

Le prime 2052 assunzioni verranno effettuate attraverso procedure concorsuali disciplinate da due bandi differenti che, secondo le indiscrezioni, dovrebbero essere pubblicati entro la fine del mese corrente.

A queste prime assunzioni, se ne aggiungeranno altre 3600 circa previste dal Decreto Concretezza, mediante il quale la Pubblica Amministrazione potrà selezionare nuovo personale attraverso le modalità più snelle e rapide possibili.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

Le figure ricercate al Mibac

Come già precedentemente anticipato, i primi due bandi di concorso erogati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali avranno ad oggetto la selezione di figure specifiche:

  • personale non dirigenziale di II area funzionale;
  • personale dirigenziale di III area funzionale.

Il primo bando sarà, dunque, incentrato sulla ricerca di personale non dirigenziale, che si occuperà di svolgere attività di accoglienza e vigilanza: nello specifico, essi saranno impegnati nelle biglietterie e svolgeranno mansioni di sorveglianza delle opere culturali.

Per candidarsi a questa posizione non è necessario il titolo di laurea ma è sufficiente il possesso del diploma di scuola superiore.

Al contrario, invece, sarà necessario il possesso del titolo di laurea per tutti coloro che hanno intenzione di concorrere all'assegnazione di uno dei posti messi a concorso per le cariche dirigenziali: a tal proposito, i candidati selezionati attraverso le procedure concorsuali apposite saranno chiamati a svolgere mansioni di carattere prettamente amministrativo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto