Al fine di fronteggiare la tremenda crisi economica causata dall'emergenza sanitaria dettata dalla diffusione del Covid-19, il Governo ha emanato nei giorni scorsi il Decreto 'Cura Italia', funzionale ad offrire un sostegno economico a lavoratori e imprese. Tali indennità saranno estese anche in favore di collaboratori sportivi, il cui rapporto di collaborazione è sorto prima del 23 febbraio 2020.

Il decreto è in vigore dallo scorso 18 marzo e, secondo quanto disposto dallo stesso, le modalità attraverso cui potranno essere richieste le indennità dovrebbero essere rese note nei prossimi giorni.

Disposti 600 euro per i collaboratori sportivi

Come già anticipato, il 'Cura Italia' prevede l'erogazione di un'indennità del valore di 600 euro in favore di autonomi titolari di partita Iva e di lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione Separata dell'Inps. All'art. 96, il decreto estende l'indennità anche in favore di titolari di rapporti di collaborazione con società sportive e associazioni sportive dilettantistiche iscritte al Coni.

Tali soggetti, infatti, non sono tenuti al versamento di tasse e contributi fino ad un reddito di diecimila euro e, per questo motivo, non rientrano nell'indennità prevista per gli iscritti alla Gestione Separata dell'Inps.

I fondi stanziati con il decreto Cura Italia

Il decreto 'Cura Italia', all'art. 27 disciplina le indennità in favore di professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa: tali indennità saranno erogate dall'Inps nel limite di spesa di 203 milioni di euro. Al contrario, l'indennità prevista in favore dei collaboratori sportivi sarà erogata da Sport e Salute Spa, secondo quanto disposto dall'art.

96 del decreto 'Cura Italia', per una spesa totale di 50 milioni di euro.

Modalità di presentazione delle domande

Secondo quanto disposto nel decreto, le modalità di presentazione delle domande per ottenere l'indennità da 600 euro in favore dei collaboratori sportivi saranno rese note mediante un decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, redatto in collaborazione con Salute e Sport Spa, entro quindici giorni dall'entrata in vigore del 'Cura Italia'.

Ad oggi, il decreto contente le modalità di presentazione della richiesta non è ancora stato reso noto, ma considerando il termine di 15 giorni dovrebbe essere pubblicato entro il 2 aprile. Nel frattempo, l'azienda che si occuperà dell'erogazione dell'importo in favore dei collaboratori sportivi ha attivato un indirizzo mail, disponibile sul sito di Sport e Salute Spa, per offrire supporto agli utenti interessati.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!