L'Inps ha rilasciato la nuova procedura telematica per richiedere i nuovi bonus baby sitter e centri estivi previsti dal decreto Rilancio.

Il bonus è rivolto a tutte le famiglie, anche affidatarie, con figli minori di 12 anni ma attenzione: il beneficio spetta a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa (ad esempio la Naspi o Cigo o l'indennità di mobilità) o altro genitore disoccupato o non lavoratore, con i quali, dunque, sussiste incompatibilità e divieto di cumulo.

Bonus baby sitter, requisiti

Hanno diritto al bonus Inps le seguenti categorie lavorative:

  • dipendenti del settore privato;
  • iscritti alla gestione separata;
  • autonomi iscritti all'Inps o alle casse professionali;
  • medici, infermieri, operatori sanitari;
  • tecnici di laboratorio biomedico o di radiologia medica.

Come già previamente anticipato, per poter ottenere il voucher occorre che i minori non abbiano compiuto il 12° anno di età alla data del 5 marzo 2020.

Modalità ed erogazione

Le domande potranno essere redatte e inviate in modalità telematica, compilando l’apposito form presente nella sezione "servizi online" del portale INPS oppure affidandosi al proprio patronato di fiducia che erogherà il sevizio gratuitamente.

Per quanto riguarda le modalità di erogazione, i bonus baby sitter verrà erogato dall’Istituto attraverso l'utilizzo del libretto famiglia, per poter usufruire del libretto i cittadini dovranno preventivamente registrarsi attraverso l’applicazione INPS dedicata al servizio.

L'accredito del bonus avverrà entro i 15 giorni dall'accoglimento della domanda.

L'importo complessivo massimo varierà dai 1.200 euro o 2.000 euro, a seconda dei casi.

Inps, Bonus centri estivi

Durante la procedura dovranno essere indicati la ragione sociale e la partita iva (o il codice fiscale) e il tipo di struttura che ospiterà il minore, le strutture idonee sono le seguenti:

  • centri con attività diurne;
  • centri con funzione educativa - ricreativa;
  • ludoteche;
  • centri di aggregazione sociale;
  • centri per le famiglie;
  • centri diurni di protezione sociale;
  • asili e servizi per la prima infanzia;
  • asili nido;
  • servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia o spazi gioco o centro bambini genitori.

Il bonus per servizi di iscrizione ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia verrà erogato attraverso un accredito su conto bancario o postale, accredito su libretto postale o carta prepagata con IBAN, secondo la scelta indicata durante l’atto di richiesta.

Segui la nostra pagina Facebook!