Il bando di concorso per 250 funzionari amministrativi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 giugno, inserito nel reclutamento di 2133 unità di personale non dirigenziale. La scadenza è fissata per il 15 luglio e le domande dovranno pervenire per via telematica.

Il Mibact assume 250 funzionari amministrativi: prove in sedi decentrate

Il Ministero dei Beni Culturali ha indetto un pubblico concorso per reclutare 250 funzionari amministrativi a tempo indeterminato. I candidati, per poter partecipare alle selezioni, devono essere in possesso di una laurea, godere dei diritti civili e politici e non aver subito condanne penali.

È previsto il superamento di una prova preselettiva per accedere alla prova scritta e, successivamente, a quella orale. Le prime due prove si svolgeranno presso sedi decentrate e mediante l'utilizzo di strumentazione informatica.

La prova preselettiva prevede un test di cinquanta quesiti a risposta multipla che verteranno sul diritto costituzionale, amministrativo e sulla contabilità di Stato ed Enti Pubblici. La prova scritta sarà strutturata con quaranta quesiti volti ad esaminare la preparazione nelle seguenti materie: diritto civile, contabilità di Stato, gestione della pubblica amministrazione, elementi di economia politica. Inoltre, ci saranno dieci quesiti in cui si simuleranno situazioni concrete di lavoro per valutare le capacità di giudizio del candidato.

La prova orale potrà svolgersi in videoconferenza

Alla prova orale saranno ammessi i candidati che hanno superato la prova scritta e consisterà in un colloquio interdisciplinare che avrà per oggetto le materie delle prove precedenti. In questa fase, inoltre, verranno valutate le conoscenze della lingua inglese e delle tecnologie digitali.

La prova orale potrà essere svolta in videoconferenza, nel rispetto delle misure restrittive in vigore.

Per partecipare al concorso per 250 funzionari amministrativi a tempo indeterminato, i candidati devono presentare la domanda entro e non oltre il 15 luglio. Le candidature dovranno pervenire esclusivamente in via telematica, compilando il modulo elettronico disponibile sul sito ufficiale Ripam, dopo aver effettuato la registrazione.

La scadenza del bando è fissata al 15 luglio: domande in via telematica

È necessario possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) e aver versato la somma di 10 euro come quota di partecipazione entro le 23:00 del giorno che precede la data di scadenza del bando.

I candidati vincitori del concorso saranno assunti con contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!