Mentre è sostanzialmente in corso il confronto tra il governo e le parti sociali sulla riforma delle pensioni una sollecitazione a fare delle verifiche sulla sostenibilità della Quota 100 arriva da parte della Corte dei Conti. Secondo i giudici contabili, infatti, occorre verificare “la sostenibilità della spesa nel lungo periodo – si legge nella relazione della Corte dei Conti sul controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell'Inps - e agli effetti che sulla adeguatezza delle prestazioni produrranno le azioni normative poste in essere nel presente”.

Pensioni, i giudici contabili avvertono: su Quota 100 va verificata la sostenibilità

In considerazione di un sistema previdenziale che vede maturare il diritto alle pensione a prescindere dai regolari versamenti di contributi durante la carriera lavorativa e di un modello a ripartizione, oltre alla sostenibilità della spesa a lungo termine andrebbero verificate “Le conseguenze di dette azioni – sottolineano u giudici contabili - sulla sostenibilità del modello da parte del sistema produttivo”. Verifiche che, secondo la Corte dei Conti, andrebbero fatti sia nei confronti dei soggetti che hanno l’obbligo di versare i contributi sia per quanto riguarda i contributi richiesti alla fiscalità generale.

Pensioni, Uil all’Inps e al governo Conte: separare previdenza da assistenza

A proposito della relazione della Corte dei Conti sulla gestione dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale si fa sentire la voce di Domenico Proietti, segretario confederale della Uil. I dati diffusi dai giudici contabili rispetto all’incidenza sul Pil della spesa per le Pensioni, pari al 15,6 percento, “Sono la plastica rappresentazione – secondo il rappresentante sindacale - di quanto sia urgente separare la spesa previdenziale da quella assistenziale".

Proposta caldeggiata ormai da tempo dai sindacati e anche da diverse forze politiche che però ancora non vede luce; sul punto è in corso di costituzione un’apposita commissione.

Pensioni, Catalfo: Opzione donna e Ape sociale nella legge di Bilancio 2021

Cosa sarà della Quota 100 dopo la conclusione della sua sperimentazione prevista nel 2021 anche alla luce delle osservazioni della Corte dei Conti.

Sarà prorogata la sperimentazione così come sta avvenendo con l’Opzione donna a l’Anticipo pensionistico sociale. Sarà modificata? Al momento, pare difficile che la misura venga resa strutturale e dunque stabilizzata.

In ogni caso di questo discuteranno il governo e le organizzazioni sindacali nell’ambito di un apposito tavolo di confronto. Lo ha ricordato ieri , durante un’audizione nelle Commissioni riunite Affari sociali e Lavoro, il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo spiegando le nuove forme di pensione anticipata da introdurre per il 2022 faranno parte degli interventi a lungo termine sulle pensioni. Mentre tra i provvedimenti a breve termine, ha fatto sapere l’esponente del governo, ci sono Ape social e Opzione donna che troveranno spazio nella nuova legge di Bilancio.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!