Viene fissato al 31 maggio il termine ultimo per la presentazione delle domande del bonus di 2400 euro riservato alla categoria dei precari, degli autonomi e degli stagionali maggiormente colpiti dalla pandemia, beneficiari dei nuovi indennizzi del decreto Sostegni. A comunicare la proroga è stata l'Inps con la circolare attuativa numero 65 del 19 aprile scorso, enunciando tutta una serie di istruzioni per presentare le richieste mediante piattaforma.

Bonus: i requisiti e le categorie degli aventi diritto

Il canale web è stato attivato il 24 aprile, dopo che sono stati messi a punto gli ultimi adeguamenti amministrativi e di sviluppo informatico dello stesso.

Si ricorda che la scadenza per la domanda coincideva da principio con il 30 aprile, secondo quanto previsto dal decreto Sostegni, ma l’Inps ha spostato in avanti il termine per dare un sufficiente spazio temporale ai richiedenti. Le categorie interessate dal nuovo bonus - ricorda la nota Inps - sono: i lavoratori in somministrazione degli stabilimenti termali e dei settori del turismo, i lavoratori dello spettacolo, gli stagionali e quelli a tempo determinato di settori diversi dagli stabilimenti termali e turismo, i lavoratori autonomi occasionali e quelli delle vendite a domicilio iscritti alla Gestione Separata titolari di partita IVA. Sono ammessi al bonus Inps da 2400 euro tutti i lavoratori stagionali che hanno cessato non per cause volontarie il rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 23 marzo 2021 e che hanno lavorato almeno 30 giornate in questo arco temporale.

Al via le nuove domande per bonus 2400 euro entro fine maggio

I soggetti, circa 235mila lavoratori, che hanno già presentato la domanda in passato, non devono presentarne una nuova. Riceveranno quindi in automatico con un unico accredito i 2400 euro. Anche chi non ha beneficiato della precedente indennità ed è in possesso dei requisiti, può richiedere il nuovo bonus.

Tale indennità non concorre alla formazione del reddito e non da diritto a contribuzione figurativa ne ad assegni per il nucleo familiare.Il bonus dovrebbe esser accreditato entro metà giugno.

Le modalità attraverso cui si potrà presentare l'istanza sono: il canale telematico e la richiesta telefonica al Contact Center. Chi incontra problemi nella compilazione del modulo online potrà avvalersi del supporto di un Caf o patronato.

Se si utilizza il canale telematico, si deve esser in possesso di: Pin Inps, lo Spid di livello 2, la CIE( carta identità elettronica). Tale bonus compatibile con:borse di studio, compensi fino a 5000 euro annui, compensi per attività sportiva dilettantistica.