Entro il 2025 sono previste 4.600 nuove assunzioni in Intesa Sanpaolo, 3600 in Unicredit e 500 in Crédit Agricole. Tali istituti di credito, in vista di nuovi cospicui investimenti nel settore tech, stanno assumendo nuovo personale specializzato e non solo.

Da Intesa Sanpaolo nuove assunzioni entro il 2025

In Sanpaolo entro il 2025 saranno assunti 2mila professionisti (550 già quest'anno) in ambito digitale e IT (STEM, acronimo che sta per science, technology, engineering and mathematics, ovvero scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). L'istituto di credito vuole favorire l’equilibrio di genere nelle assunzioni e garantire eque opportunità.

Per il 2022 in Unicredit Banca 2.100 profili tech e entro il 2024, 1.500 commerciali

Anche Unicredit per il 2022 ha intenzione di procedere al reclutamento in ambito digital molto ambizioso. Per quest'anno sono in programma 2100 assunzioni tra cui technical analyst, developer, cyber security, esperti di dati. Mentre sono previste entro il 2024, circa 1500 assunzioni nel business per finanziare il rapporto con la clientela e il territorio. L'obiettivo è sostenere il comparto attraverso la crescita delle competenze manageriali, formando nuove figure professionali con le conoscenze necessarie per progettare e guidare i processi trasformativi.

Non sempre saranno richieste competenze o esperienza pregresse ma al contrario accanto a profili senior si punterà anche su profili junior.

Questi ultimi sono principalmente neo-laureati presenti in tutto il territorio nazionale che dovranno intraprendere un percorso di inserimento di vendita da remoto e nella rete commerciale.

500 nuovi ingressi sotto i 30 anni in Crédit Agricole e anche in banca Mediolanum

Anche nel Gruppo Credit Agricole Italia viene previsto l’inserimento di circa 500 giovani under 30, con esperienza in ambito economico, STEM, giuridico, umanistico.

Ma le sorprese non finiscono qui perché proprio per favorire il turn over di personale il gruppo ha il suo programma Gender Inclusion. Banca Mediolanum invece sta cercando per la sede di Basiglio figure in stage/junior per il risk management e per profili in ambito digital.

Per la consulenza finanziaria è sempre aperto ai neolaureati il programma Next.

Chi è interessato a lavorare in banca per tali posizioni deve sapere può esser indispensabile la laurea di I o II livello in materie giuridiche, economiche, matematiche o STEM, la conoscenza della lingua inglese e dell’uso del PC.

Per presentare la domanda e quindi candidarsi occorre quindi tener d'occhio i siti ufficiali di queste banche e più nello specifico la sezione ‘Lavora con noi’.