Come nostra consuetudine, anche per la prossima gara del Lecce contro il Cosenza, vi informiamo in esclusiva della situazione ai botteghini. I tifosi giallorossi, forse scottati dalla sconfitta contro il Catanzaro, in terra calabrese, sembrano essere più timidi nei numeri e non stanno assalendo i botteghini, come accaduto nella precedente sfida contro il Monopoli. Nella gara contro i pugliesi, i tifosi giallorossi avevano acquistato oltre 300 biglietti già 48 ore prima della gara e alla fine si arrivò ad avere ben 8.986 tifosi assiepati sugli spalti: una cornice di pubblico di categoria superiore. Al momento, a 48 ore dalla gara, ma stavolta contro il Cosenza, vi diciamo in esclusiva che i numeri sono molto meno esaltanti: sono 266 i tagliandi staccanti, di cui 126 in Curva Nord.

Dunque, un ritmo ben al di sotto della media. A questo punto, è facile pensare che l'ambiente si sia scoraggiato dopo l'ennesima (se si guarda agli ultimi anni), sconfitta contro una squadra di rango inferiore: una battuta d'arresto ed una cattiva prestazione che hanno risvegliato i fantasmi del passato, quando il Lecce peccava proprio di continuità. Non resta che sperare che il pubblico torni numeroso sugli spalti, poiché è importante incoraggiare la squadra, anche nei momenti di difficoltà.

La preparazione per la gara contro il Cosenza

Il Lecce intanto continua a prepararsi per affrontare un Cosenza che ha affrontato l'avvio di campionato con risultati ben al di sopra delle aspettative, conquistando ben 17 punti. Questa sarà la prima partita ufficiale della nuova dirigenza, che ha rilevato le quote del Lecce dalla famiglia Tesoro.

I migliori video del giorno

I giallorossi continuano ad allenarsi a porte chiuse all'Acaya Golf Club e nulla trapela dal quartier generale giallorosso. Sicuramente Braglia vorrà comunque affidarsi ancora a Davis Curiale, nonostante in questo periodo l'attaccante giallorosso sia in difficoltà e non abbia ancora realizzato nessuna rete in campionato. Possibile il rientro in campo dal primo minuto del fantasista Surraco, partito dalla panchina nella gara contro il Catanzaro. Oscuro il rientro in mezzo al campo di capitan Papini, c'è ancora un ballottaggio in difesa, dove Abruzzese contende la maglia da titolare a Gigli.