Facce soddisfatte nel #movimento 5 stelle dopo la vittoria schiacciante del No nel Referedum. Ecco le parole dei grillini. Interviene subito Giulia Grillo: "Noi crediamo nella Costituzione. Nel nostro programma politico c'è l'obiettivo di attuare la Costituzione." Interviene anche Viito Crimi:" quando gli elettori sono chiamati a pronunciarsi, fanno sempre la scelta giusta ed è questo quello che è accaduto stasera."

Di Battista: "siamo estremamente contenti e soddisfatti perchè ci siamo impegnati tantissimo in questa campagna elettorale. Non era facile, ma ce l'abbiamo fatta. Non ha vinto soltanto il movimento 5 stelle, noi abbiamo fatto solo il nostro dovere. Vi voglio far notare due cose: non c'era quorum e c'è stato una grande affluenza. Accade sempre così. Noi vogliamo introdurre Referendum senza quorum."

Di Battista è soddisfatto e continua il suo discorso: "La Costituzione va modificata per garantire più diritti ai cittadini. Inoltre il Movimento 5 stelle vuole eliminare l'immunità e far andare a casa coloro che cambiano casacca. Noi ringraziamo tutti i cittadini che sono andati al voto. Gran parte delle televisioni e dei giornali era schierata ma non ce l'hanno fatta. Un gruppo di parlamentari ha vinto e la vecchia classe politica ha fallito. Non dite al Movimento 5 stelle che è anti-politico, non è giusto."

Di Maio è entusiasta e parla di nuovo Governo, dopo le dimissioni di Renzi: "oggi ha perso l'arroganza al potere. Siamo pronti a coinvolgere le persone che vogliono fare politica. Noi vogliamo coinvolgere tutti, anche coloro che hanno votato Sì. Anche loro dovranno sentirsi parte integrante di questo nostro progetto. Spero che arrivino il prima possibile le elezioni politiche. Noi chiediamo di andare al voto il prima possibile. Facciamo i migliori auguri al nostro Presidente della Repubblica per il ruolo che andrà a svolgere nei prossimi giorni. Noi vogliamo andare al Governo ma lo faremo in un solo modo: con il voto dei cittadini italiani. I cittadini hanno sonoramente bocciato questo tipo di riforme." #referendum costituzionale