In tanti attendono con grande tensione il bando del 3° ciclo del Tirocinio Formativo Attivo. Si tratta di un tirocinio che permette agli aspiranti docenti di conseguire l'abilitazione valida per l'insegnamento. Dopo circa due anni d'attesa, sono in tanti a sperare che il bando esca al più presto, ma ancora non ci sono novità. Anzi, le uniche novità che trapelano non sono eccezionali (anche se vanno prese con le pinze, come tutte le notizie non ufficiali). Secondo il sito Orizzontescuola.it, uno dei siti più affidabili in questo campo, c'è il rischio che per partecipare al 3° ciclo del #TFA bisognerà tornare all'Università per acquisire i Crediti Formativi Universitari (la cui sigla è "CFU") mancanti.

Questo perchè l'attuale regolamento sulle nuove classi di concorso, introdotto dal DPR del 14 febbraio 2016, prevede che solamente chi, all'entrata in vigore del decreto, era iscritto ad un percorso universitario al fine di ottenere un titolo di accesso alle classi di concorso, potrà partecipare alle prove di accesso del Tirocinio Formativo Attivo. Rischiano la beffa, quindi, tutti i laureati che da diversi anni sono in cerca di lavoro e attendono con grande tensione l'uscita del bando del 3° ciclo del Tfa. Secondo il sindacato Gilda, però, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sarebbe disponibile a variare il punto in cui viene impedito ad alcuni laureati di iscriversi al prossimo Tirocinio Formativo Attivo.

Tanti docenti in attesa del bando

Sono tantissimi i docenti in attesa dell'uscita del bando e tra questi la maggior parte è del Meridione italiano.

I migliori video del giorno

Tanti anche i salentini che hanno conseguito la laurea negli anni scorsi ed ora attendono questo Tfa per conseguire l'abilitazione: anche per molti di loro c'è il rischio beffa. La possibilità, che taglierebbe fuori tanti aspiranti docenti, è che potranno affrontare le prove del Tfa soltanto coloro che hanno conseguito la laurea dal 23 febbraio 2016 (data dell'entrata in vigore del decreto) alla data di riapertura delle Graduatorie. Stesso discorso per l'iscrizione in 3° fascia delle GdI.

La speranza è che questa situazione sia sbloccata al più presto. Una situazione del genere bloccherebbe tantissimi aspiranti docenti. In tanti rischierebbero di veder chiusa la strada che li porta dritti verso il loro sogno: quello di insegnare. Il giorno della riapertura delle scuole nel Salento, dopo il maltempo dei giorni scorsi, arrivano notizie poco belle per la stessa #Scuola. #Lavoro giovani