Guai in vista per Young Signorino, il controverso artista che ormai da mesi sta catalizzando l'attenzione mediatica, anche al di là dell'ambito prettamente musicale, riscuotendo tantissime critiche – imputabili sia al suo aspetto fisico, che alle sue dichiarazioni provocatorie, oltre che, ovviamente, alla particolarità dei testi dei suoi ormai popolarissimi brani –, ma ottenendo allo stesso tempo dei numeri a dir poco clamorosi su YouTube e Instagram, guadagnandosi addirittura un'ospitata da Chiambretti ed un passaggio nella celebre rubrica 'I Nuovi Mostri' del popolare TG satirico 'Striscia la Notizia'.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

L'ultimo singolare episodio di quella che sembra ormai una sorta di serie TV – ricca di colpi di scena come concerti annullati, accuse e rivendicazioni di satanismo, proteste di alti prelati, risse con il pubblico, liti mediatiche e minacce ricevute da altri rapper italiani [VIDEO]– si è verificato nelle ultime ore, quando è stata ufficializzata una denuncia a suo carico.

A rivolgersi alle autorità è stato Claudio Veneziano, sindaco di Pantigliate (MI). Il motivo della denuncia è da individuare nella mancata autorizzazione ad utilizzare un parco acquatico, ormai dismesso da anni, del piccolo Comune alle porte del capoluogo lombardo, che invece il cantante ed il suo entourage hanno sfruttato come location per il video ufficiale dell'ultimo brano firmato dall'artista originario di Cesena, dal titolo 'Vestito Nudo'.

La denuncia del sindaco di Pantigliate

Stando a quanto dichiarato alle autorità competenti, nei giorni scorsi Paolo Caputo – questo il vero nome dell'autore di 'Dolce Droga' – si sarebbe introdotto all'interno di un ex parco acquatico di Pantigliate, il cui ingresso è attualmente vietato al pubblico, per girare il suo video, e lo avrebbe fatto senza alcun permesso.

"Il giorno diciassette luglio – recita il testo della denuncia [VIDEO]del primo cittadino – in seguito alla segnalazione di un mio collaboratore, ho ricevuto sul mio telefono un videoclip, evidentemente girato all’interno dell’ex Acqua Park di Pantigliate [...] senza però che sia stata effettuata alcuna richiesta di permesso. Tutto ciò è stato quindi fatto a nostra insaputa e rappresenta una chiara violazione di domicilio".

Tutta la zona effettivamente è abbandonata da anni, dal 2014 per la precisione, anno in cui l'azienda che gestiva il parco è stata costretta a dichiarare fallimento. Inutili i tentativi dell'amministrazione comunale, una volta ottenuto il possesso dell'area, di riqualificarla.

'Young Signorino evidenzia il degrado della struttura'

"Per la precisione la clip in questione – puntualizza il sindaco – ha come attore principale un giovane artista che, seminudo e in compagnia di svariate persone, si sposta in tranquillità dentro l'ex parco acquatico, salendo sopra degli scivoli dismessi nell'area della decrepita palestra, in maniera tale da mettere volontariamente in evidenza il degrado in cui si trova attualmente la struttura".