Il gruppo FIAT-Chrysler, tramite una nota, ha fatto sapere che da lunedì 30 maggio 700 lavoratori in più (550 dei quali finora in cassa integrazione) ‘popoleranno’ lo stabilimento di Mirafiori. Questi operai si aggiungeranno ai 500 già ‘attivi’ da fine febbraio, che stanno lavorando alla produzione di Levante, il nuovo SUV della Maserati. L’amministratore delegato Sergio Marchionne ha aggiunto che il piano del gruppo è quello di utilizzare a massimo regine gli stabilimenti italiani entro il 2018, ma che l’obiettivo è raggiungibile anche prima del previsto.

Nel comunicato si legge anche che è prevista una ‘ulteriore crescita del numero degli occupati durante il periodo estivo’. Al momento gli operai sono 1.200, ma si prevede l’arrivo di almeno altri 150 da Grugliasco.

Il SUV Levante

Il SUV Levante, alla fine del mese, farà il suo debutto sul mercato internazionale, quando verranno ufficialmente aperti gli ordini. Per l’Europa è previsto un debutto immediato, mentre per i mercati statunitensi e cinesi il Levante sarà disponibile solo nella seconda metà del 2016.

Maserati, come dimostrato dall’investimento ingente sulla forza lavoro, punta tutto sul suo nuovo SUV. Tra le altre cose ‘Levante’ rappresenterà quasi la metà delle unità totali che il marchio del tridente ha intenzione di immettere sul mercato quest’anno: circa 25mila su 70mila unità a marchio Maserati messe in commercio. E lo fa con cognizione di causa: a inizio marzo, al Salone di Ginevra, la Maserati Levante è stata il modello più apprezzato dagli esperti del settore e ha convinto anche gli osservatori più scettici. Dovrà vedersela, però, con un colosso delle macchine di medio-alta fascia specializzato nella produzione dei SUV, ovvero la Porsche.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

Caratteristiche tecniche

Interessante notare come il SUV sarà disponibile nei mercati europei nelle versioni diesel e benzina, mentre in quello statunitense unicamente a benzina, seppur con un motore leggermente potenziato. In Italia (e in Europa) ci saranno tre modelli: quello ‘entry level’ con motore 3.0 V6 e quello V6 3.0 Biturbo, nelle varianti da 350 e 430 CV. Per il 2017 è previsto anche il lancio di una versione ibrida che dimostra come il gruppo FCA sia concentrato non solo sul presente, ma anche sul futuro della mobilità su quattro ruote.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto