La città che ha dato i natali alla FIAT si prepara ad accogliere un grande evento interamente dedicato alle automobili. A Torino, nella cornice di Parco Valentino, dall’8 al 12 giugno prossimo si terrà infatti la seconda edizione del Salone dell’Auto. Le prime stime parlano di circa 500mila visitatori previsti da tutto il mondo. Le case automobilistiche che sicuramente parteciperanno all’evento sono 44, ovvero l’83% del mercato automobilistico del nostro paese.

Gli ultimi ‘sì’ sono arrivati da McLaren, FIAT Professional e Noble, che, come gli altri costruttori, esporranno i propri ultimi modelli davanti al pubblico del Salone dell’Auto.

Il programma

Nella prima giornata (8 giugno), verranno presentate in anteprima le novità di ogni casa automobilistica. Ad ‘inaugurare’ l’evento ci penserà l’Opel, che presenterà la sua nuova Opel Astra, vincitrice del premio ‘Auto dell’Anno 2016’.

Seguiranno esposizioni da parte di tutti e 44 i brand partecipanti.

Nel 2016 cadono due anniversari importanti per uno dei marchi stranieri più amati dagli Italiani: la BMW, infatti, festeggia sia i suoi primi 100 anni di storia che i suoi primi 50 anni sul mercato italiano. E ha scelto il Salone dell’Auto di Torino per i festeggiamenti ‘ufficiali’ di entrambe le ricorrenze.

Le anteprime in città

Per aumentare l’attesa intorno a questo evento importantissimo per Torino, non mancano alcune ‘anticipazioni’ gustose.

In molti ‘punti strategici’ della città, infatti, sono stati piazzati riferimenti di ogni tipo all’imminente Salone dell’Auto. Nella stazione di Porta Susa, ad esempio, sono presenti 20 modelli in scala 1:4 realizzati dallo IED di Torino che hanno il compito di ‘coinvolgere’ i passeggeri nell’atmosfera frizzante del Salone dell’Auto, in occasione della quale sarà possibile vedere con i propri occhi, e a grandezza naturale, i modelli esposti.

Stesso discorso per l’Aeroporto di Caselle, dove ci saranno altrettanti modelli in scala 1:4. Mentre il Parco del Valentino ha rinominati i suoi 4 ingressi dedicandoli ad altrettanti piloti italiani del passato: Nuvolari, Ascari, Villoresi e Farina. Un occhio di riguardo verrà dato anche al design: per le vie di San Salvario, il punto nevralgico della movida torinese, sono stati installati numerosi pannelli con bozzetti e sketch realizzati da brand importanti come Pininfarina, Italdesign, STUDIOTORINO e Model 5.

Saranno presenti anche numerosi giornalisti delle riviste del settore, sia italiane che straniere, che di fatto formeranno una giuria internazionale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto