Patente sospesa per l’uso del cellulare alla guida già alla prima infrazione. E’ questa la richiesta avanzata dal primo dirigente della Polizia Stradale, Santo Puccia, nel corso della sua audizione alla Commissione Trasporti della Camera e che ha raccolto reazioni favorevoli dallo stesso presidente della Commissione, l’onorevole Alessandro Morelli della Lega. Sembra quindi alle porte un giro di vite per gli automobilisti che utilizzano Smartphone e tablet mentre sono al volante con un inasprimento delle sanzioni attualmente previste dal Codice della strada.

Sospensione della patente alla prima infrazione: necessaria per la Polizia Stradale

Durante l’audizione alla Commissione Trasporti della Camera, Santo Puccia ha ricordato che l'uso improprio di smartphone e altri dispositivi alla guida sono causa di distrazione, principale causa degli incidenti stradali.

Le regole attualmente in vigore che prevedono la sospensione della patente solo in caso di reiterazione dell’infrazione non sono, secondo il dirigente della Polizia Stradale, sufficientemente dissuasive, tanto che per questo tipo di comportamento alla guida si registra un costante aumento delle infrazioni.

L’inasprimento delle sanzioni consentirebbe, secondo Puccia, di innestare un “effetto spauracchio” del tutto simile a quello riscontrato con l’introduzione della patente a punti, anche perché sono ormai disponibili sul mercato dispositivi vivavoce e auricolari a prezzi abbordabili che possono efficacemente evitare agli automobilisti l’uso del cellulare quando sono al volante.

Il tema della sospensione immediata della patente è stato più volte trattato dal Parlamento, ma ogni modifica al Codice della Strada ha finito comunque col non tenere conto di questo tema che sembra ora trovare un’autorevole sponda nel presidente della Commissione Trasporti, il leghista Alessandro Morelli, che si è detto “d'accordo sul fatto che l'imprudenza e la distrazione rappresentino la prima causa di incidente”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone

Le sanzioni attualmente previste dal Codice della strada per chi usa il cellulare alla guida

Secondo quanto previsto dall’articolo 173 del Codice della strada in vigore, le multe previste per chi viene sorpreso a fare uso di cellulare o tablet alla guida vanno da un minimo di 161 euro a un massimo di euro 646 euro, con la possibilità di usufruire di uno sconto del 30 per cento se si paga entro cinque giorni, oltre alla decurtazione di cinque punti.

La sospensione della patente da uno a tre mesi scatta solamente in caso di uso del cellulare o di altri apparecchi elettronici, nonché cuffie sonore, che viene reiterato entro due anni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto