Pino se n’è andato, ma la sua musica resta eterna, come la città che ha consacrato nella sua "Napul'è mille culure". E così, a due anni dalla scomparsa, i napoletani vogliono ricordarlo ed officiarlo con una cerimonia - a suo modo sacra - come sono soliti fare con San Gennaro e Santa Patrizia. Perché?

Napoli ama i suoi figli, soprattutto se si parla del migliore "Scarrafone, bell' a mamma soja", ovvero pino daniele, capace di emozionare con le sue canzoni e la sua musica migliaia di ragazzi di ben tre generazioni.

Proprio per questo motivo, non c’è miracolo che regga il confronto.

Pino Daniele, indimenticabile angelo del blues partenopeo

Dopo la strada intitolata al cantautore partenopeo nei pressi di Donnalbina, luogo di nascita e quartiere in cui ha trascorso gran parte della sua gioventù, ora i cittadini ed i fan lo ricordano con un dolce singolare e meravigliosamente delizioso, ovvero il "Pinuccio" del Gambrinus, ma c'è anche spazio per un poster e una cena ispirata alle sue canzoni. Tutto gratis e fatto solo per amore del cantautore napoletano.

Questa mattina nel celebre locale "Gambrinus", in Piazza Trieste e Trento, dove solo poche ore fa ha fatto sosta il Presidente delle Repubblica, Sergio Mattarella, è stato distribuito il dolce celebrativo, creato l’anno scorso, a base di sfogliatella, cioccolato e crema di ricotta. E tutto questo per ricordare Pino Daniele, il vero emblema della canzone blues partenopea.

Dolci e cena gratis per i fan di Pino Daniele

Tutto è stato organizzato e realizzato in collaborazione con il programma "La Radiazza" di Gianni Simioli: un modo dolce per ricordare Pino Daniele, al cui funerale in Piazza del Plebiscito partecipò tutta la città. In quell'occasione le luci si spensero in ogni angolo di strada, e si accesero le fiaccole di quanti piansero la scomparsa di un grande uomo, al pari di Mario Merola e Totò, che con il suo contributo emozionale e artistico ha dato lustro all'immagine della città di Napoli, narrata dal cantautore in tutto il mondo durante i suoi concerti.

Le celebrazioni continueranno in serata presso il "Brigante dei Sapori", locale in Via Monteoliveto a pochi passi dalla strada a lui intitolata, dove verrà servita una cena con pietanze ispirate alle canzoni di Pino Daniele. L’evento è gratuito e vi prenderanno parte, oltre agli organizzatori e agli speaker de "La Radiazza" insieme a Gianni Simioli, ben dieci fortunati radioascoltatori della radio, i rappresentanti del Pino Daniele Online Official Club, alcuni amici del compianto artista e tante altre persone che ricorderanno le sue canzoni al suono di una chitarra. Una serata imperdibile per non dimenticare chi, con i suoi brani, ha contribuito a far conoscere l’amore e i profumi di Napoli.

Segui la nostra pagina Facebook!