Lutto nella famiglia di Sebastiano Sorrentino, imprenditore titolare di una azienda produttrice di marmo ed esponente politico, uomo di punta prima della Democrazia Cristiana e poi del Partito Democratico. Angela Cerciello, questo il nome della moglie dell'ex onorevole, si è spenta ieri, mercoledì 29 aprile, lasciando per sempre l'affetto dei suoi cari e la sua esistenza terrena.

Una comunità in lutto

Angela Cerciello, 'Angelina' come la chiamavano tutti, amici e conoscenti nel piccolo centro abitato di Marigliano, aveva settanta anni di età, donna umile e perbene, sempre dalla parte degli ultimi e dei più deboli.

Devastata nell'animo dal dramma che stravolse la sua famiglia, un incidente stradale che provò la dipartita della figlia Annamaria e di tre suoi nipotini (sinistro avvenuto lungo la strada statale 268 del Vesuvio sette anni fa, nel 2013), in questi anni la signora Angelina ha sofferto molto e in silenzio per una tragedia che le ha strappato gli affetti più cari. Un dolore e una sofferenza che, all'epoca dei fatti, sconvolsero l'intera comunità mariglianese. La donna si è spenta nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 29 aprile, presso il presidio ospedaliero 'Santa Maria della Pietà' di Nola, nosocomio dove era stata ricoverata per un improvviso malore fisico che - purtroppo - non le ha lasciato scampo.

Domani la tumulazione al cimitero: non ci sarà rito funebre come previsto dal Dpcm

E proprio dal nosocomio bruniano, nella giornata di oggi, giovedì 30 aprile, alle ore 10:30, partirà il feretro della signora Angelina per raggiungere il cimitero cittadino, dove la salma sarà tumulata. In ottemperanza alle disposizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per il contenimento dell'emergenza epidemiologica del virus Covid-2019, non potrà essere effettuato il tradizionale rito funebre in chiesa, ma soltanto una sobria benedizione della salma all'interno del luogo sacro del cimitero.

Un'intera comunità mariglianese che non potrà dare l'ultimo saluto ad una persona molto amata e conosciuta nel piccolo centro all'ombra del Vesuvio. Appena si è diffusa la notizia del decesso della donna sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio, solidarietà, condoglianze e vicinanza alla famiglia che sono apparsi sul web, in particolare sul social network Facebook.

La famiglia Sorrentino-Cerciello, infatti, era molto conosciuta sul territorio, grazie anche all'attività politica dell'onorevole Sebastiano Sorrentino, già consigliere comunale di Marigliano e consigliere regionale della Campania, nonché - per un breve periodo - anche primo cittadino di Marigliano, candidato nelle file del centro-sinistra.