Tutto quello che riguarda in parte la cultura è anche esperienza, l'Arte divivere, si pone con la contemporanea società,le involuzioni antropologichepresenti in più posti del globo indicano il problema economico ,un' economia,che dalla cultura della vita come lavoro e esperienza trasforma la società inpost in dopo eventi, l'arte interviene come testimone del tempo, le tematicheche attraverso gli eventi della cultura si esprimono in un grido dicambiamento,sempre in attesa che le soluzioni siano efficaci e dianorisultati,da tempo sentiamo parlare di Expo.

Un evento sopra ogni cosa dalla rilevanza internazionale,padiglioni datutto il modo per esporre "cibo" cultura della produzione, variazione,indicazioni di tendenza alimentare,metodi di coltivazione,per giungere a delleconclusioni di proposte di introduzione al diritto "il cibo pertutti", l'umanità sembra si sorprenda. Voglio evitare il cinismo nelricordare volumi interi di diritto testi costituzionali, diritto al lavoro.diritto alla salute e diritto al cibo. Mi auguro semplicemente che non finisca inun articolo trascritto su di un testo che invecchiando avrà il sapore dellastoria e non dell'arte di vivere.

L'arte di vivere comprende da quando l'uomoesiste un qualcosa che va oltre il testo scritto che di quella economia; quella che è stata la prima forma di lavoro dell'uomo ,ricorda, il dono el' esperienza ,ricorda che il vicino coltiva arte e che il popolo, un piccolopopolo trasforma energia in arte del comunicare che, come sosteneva M.Mauss.condivideva con gli elementi della tribù.

Ora la società contemporanea cerca l'arte di vivere sopra ogni cosa come labellezza intesa come cura di ciò che ci appartiene e siamo ,migliora la nostraesistenza,  rende la società consapevole di quello che veramente dovrebbeservirci ,con l'expo 2015 tutti si aspettano una ripresa economica, un riflessointernazionale che rilanci il ruolo dell'Italia in un economia mondiale chesembra avere perso ,cosi l'arte e la cultura come sempre nella storiaintervengono per porre rimedio,il tempo dell'arte è qui.

Segui la nostra pagina Facebook!