Il taglio degli sprechi quirinalizi imposto dall'attuale inquilino del Colle rende imbarazzante la gestione precedente di Giorgio Napolitano. Sapere che 58 dipendenti della presidenza della Repubblica abbiano goduto, di fatto, di affitti gratis e di bollette dimezzate senza averne diritto, è uno schiaffo al predecessore, campione nei richiami all'austerità, a quanto pare, solo per gli altri.

Mattarella ha dato un colpo di scure agli appartamenti (praticamente gratis) per dipendenti e consiglieri, e siappresta a tagliare pure le spese per la tenuta di Castelporziano.

Bravissimo ma quanto resta ancora da sforbiciare? Il Quirinaleresta ancora assai caro.Anzi carissimo. Nel 2015 ci è costato 236 milioni: quattro volte la spesa per Buckingham Palace (la regina Elisabetta se la cava con 60 milioni l'anno) e due volte e mezzo il costo dell'Eliseo. Non parliamo poi del presidente tedesco che grava sui contribuenti per soli 20 milioni di euro, un dodicesimo del Colle.Ha senso? L'imperatore giapponese ha mille dipendenti, il Presidente degli Stati Uniti e il re spagnolo 500, a Londrace ne sono 300, a Berlino 160. E a Roma?

Al Quirinale ci sono 1636 dipendenti, di cui 871 civili e 765 militari, compresi 260 corazzieri a cavallo.Paghiamo due persone solo per controllare gli orologi a pendolo, due doratori, tre ebanisti, sei tappezzieri,14 addetti all' ufficio postale, 41 autisti per 35 auto blu, nelle cucine una decina di cuochi e 26 camerieri.

Tra stipendi, consulenze e pensioni se ne va il 91 per cento della spesa del Colle, una mostruosità.E dire che Napolitano fece il taglio di 545 dipendenti. Per la manutenzione del patrimonio immobiliare:1200 stanze del Quirinale, gli uffici e gli appartamenti di via della Dataria, le scuderie a Santa Susanna.

Villa Rosebery a Napoli, Castelporziano....

se ne vanno 30 milioni.L'autoparco ci costa 710 mila euro. Le relazioni esterne, insieme a cerimoniale, servizi di stampa, comunicazione e informazione altri due milioni, ossia un decimo di quanto i tedeschi pagano per l'intero palazzo del loro presidente.Che è meno bello del Quirinale, d'accordo. Ma ce lo possiamo permettere?