Diciamolo subito:la fiction non racconta la vera storia dell'ascesa di Cosimo de' Medici ai vertici della Firenze quattrocentesca.I due episodi andati in onda lo scorso martedì lo testimoniano chiaramente: la ricostruzione storica semplicemente non esiste. Ed èaffermato in modo esplicito neititoli di coda: "Seppur ispirati a fatti realmente accaduti, nomi, eventi e personaggi presenti nella fiction sono di fantasia, frutto della libera espressione artistica degli autori. Pertanto ogni riferimento a fatti, luoghi e persone realmente esistenti è del tutto casuale". Una dichiarazione di principio che taglia la testa al toro delle critiche: in caso contrario, queste sarebbero davvero copiose.

Più di quanto stia già accadendo.

Anticipazioni: I Medici e le loro vicende storiche

E già. Perché se la fiction avesse ambizioni di racconto veridico, la stroncatura sarebbe netta: tutto è completamente artefatto, dai personaggi improponibili, per aspetto ed atteggiamenti, all'intera ricostruzione di ambienti di scena di un'altra epoca - si vedono persinoaffreschi in stile cinquecentesco, quindi di un secolo dopo - fino alle modalità caricaturali di svolgimento delle vicende, come nel caso delle dispute con gli Albizzi e del processo a Cosimo culminato con la teatrale entrata in Palazzo Vecchio della "contessina" de' Bardi - annabel scholey - come una sfolgorante amazzone a cavallo. Che il pubblico mostra però di gradire.

In sostanza, E' stata colta solo la griglia degli avvenimentirealmente accaduti, presi come titoli o capitoli.

Su questisi è poi proceduto ad una modifica profondissima dei contenuti narrativi. Ma se nulla è veritiero -davvero nulla - perché chiamare questa serie i medici?

Anticipazioni : I Medici modello delle nuove fiction

La risposta è più banale di quanto si pensi: perché il richiamo alla storia di una potente famiglia realmente esistita rappresenta un fattore di fascino nel pubblico.

Null'altro.

Per il resto, gli autori stessi, nei giorni scorsi, hanno indicato nel "Padrino" di Coppolae in "Amadeus" di Milos Forman i modelli di riferimento. Lo si era intuito fin dai primi episodi. Dunque, la nuova fiction storica si muove sulla scia di un racconto adattato alle esigenze del pubblico e narrato con i metodi tipici della serialità documentaristica molto comune nelle produzioni straniere, BBC in testa.

Vi è mai capitato di vedere uno dei documentari storici della BBC? Avrete notato che in essi la ricostruzione degli avvenimenti è mediata da frammenti narrativi nei quali compaiono personaggidel passato svelati nei caratteri e nei drammi delle loro vicende, spesso scandite da congiure familiari. Ebbene, quello è divenuto il modello di riferimento della fiction storica strutturata inun quadro d'ambiente che lega generiche vicendefamose con la vita dei protagonisti nell'intimità. Ovviamente, trasfigurando il tutto in unasceneggiaturanella quale il pubblico si rispecchi riconoscendone elementi comuni al mondo contemporaneo: rapporti di coppia o rapporti genitori-figli ovvero omicidi, oscure trame, amori, invidie ed affari.

I Medici: anticipazioni sui prossimi episodi

Dunque, anche nei prossimi episodi di martedì 1 novembre mancherà la vera storia della famiglia de' Medici. Bisogna invece soffermarsi sul racconto che la fiction ha innestato su tre plot narrativi in espansione: il controverso rapporto tra Cosimo e "contessina" turbato dal carattere del protagonista ed alimentato dall'amore evidente di lei.

Il ruolo del figlio di Cosimo, Piero de' Medici, cui la storia vera assegna un ruolo marginale nella vicenda familiare ma chesarà il padre di Lorenzo "il magnifico", nipote di Cosimo.Poi,l'omicidio di Giovanni de' Medici, con il quale si è introdotto nel racconto il genere "giallo": una vicenda che diventa sempre più fitta di misteri.Tutte innestate sul plot principale: la lotta di potere tra famiglie fiorentine, conasprezze e drammatizzazione chedebordano nel racconto d'appendice.

Su Rai play la replica.

Segui la nostra pagina Facebook!