Ieri sera, domenica 16 febbraio è andata in onda in prima serata su Rai 1, la terza ed ultima puntata della miniserie 'Come una madre', con protagonisti Vanessa Incontrada, Giuseppe Zeno e Sebastiano Somma.

Questa fiction ha raccontato nel corso di questi tre appuntamenti, il dolore di una madre (Angela Graziani) per la morte di suo figlio Matteo, in un terribile incidente. La donna, per provare a sfuggire a questo incredibile dolore, si è rifugiata nei luoghi della sua infanzia. Però, ad un certo punto, una misteriosa vicina di casa di nome Elena, le ha chiesto di badare ai suoi due figli, Bruno e Valentina.

Quella stessa notte, la donna è stata assassinata, e per l'assistente sociale e i due bambini è iniziata una lunga fuga. A inseguire il trio, la polizia che ha pensato che Angela abbia ucciso Elena e anche coloro che perseguitavano la madre dei bambini. La miniserie ha appassionato milioni di italiani che dopo il finale di ieri sera, si aspettano quanto meno la conferma di una seconda stagione.

I dubbi su una seconda stagione

I vertici Rai al momento non hanno proferito parola su una seconda serie di 'Come una madre', però il finale aperto e gli ottimi ascolti, lasciano almeno la speranza di rivedere ancora Vanessa Incontrada nei panni dell'assistente sociale Angela Graziani.

In particolare, il finale di stagione della miniserie ha lasciato i telespettatori da casa con alcuni interrogativi, perché non sappiamo se Manfredi Albanese si sia consegnato o meno alla polizia. Inoltre, il famoso archivio che tutti cercavano, era nel telefonino della piccola Valentina, ma non sappiamo se lei lo abbiamo rivelato a qualcuno o se abbia tenuto questo segreto per sé. L'unico a sapere dove si trova l'archivio è Manfredi, perché glielo ha rivelato la bambina.

Quindi, lo zio dei ragazzi e i suoi uomini potrebbero ancora dare la caccia a Kim, Angela, Bruno e Valentina, per via dei dati che sono in loro possesso.

La miniserie Rai ha fatto registrare ottimi ascolti

Però oltre a tutte queste ipotesi, la serie potrete anche considerarsi conclusa dopo la messa in onda di questi tre appuntamenti domenicali. Infatti, ad oggi tutto sembrerebbe portare verso un no, in quanto la serie sarebbe stata studiata per concludersi nell'arco di queste tre puntate.

Ma, non è assolutamente da escludere che i produttori possano decidere diversamente in base agli ascolti. Infatti, la prima puntata è stata seguita da più di 5 milioni di telespettatori, con uno share del 21,63%, mentre la seconda puntata ha fatto registrare il 19,9% di share. E ovviamente, anche il finale di stagione è stato in linea con le aspettative e con le altre due puntate andate in onda nelle scorse settimane.

Inoltre, gli sceneggiatori potrebbero mettersi a lavoro per creare nuovi risvolti o per andare ad analizzare la storia qualche anno dopo la sua conclusione.

Le parole di Sebastiano Somma

Uno dei fattori che ha portato a non escludere completamente la possibilità di una seconda stagione, sono le dichiarazioni dell'attore Sebastiano Somma in un'intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni.

In particolare, il 59enne di Castellammare di Stabia ha affermato che la trama consentirebbe di dare spazio a nuovi sviluppi. Infatti, se da un lato questo ciclo può dirsi concluso con le tre puntate, dall'altro non si esclude che ci possano essere spunti per un seguito. Infine, l'attore che ha interpretato il Maggiore Sforza ha aggiunto che non gli dispiacerebbe approfondire il suo personaggio, che ha lasciato ancora piccoli vuoti da riempire.

Segui la nostra pagina Facebook!