L'Istituto Ixè ha elaborato per la trasmissione Agorà di Rai 3 due tipi di Sondaggi politici elettorali. Il primo riguarda le percentuali delle intenzioni di voto degli italiani sui partiti, l'altro invece riguarda le primarie del PD, dunque la situazione verso Renzi, Cuperlo e gli altri candidati, e infine la fiducia nei leader, ma il dato più importante è che in tutto questo caos ci guadagna solo Grillo e il M5S.

Sondaggi politici elettorali 15 novembre 2013 Ixè-Agorà sui partiti

Il caos dato dagli imbrogli sui tesseramenti e forse anche l'operato discutibile del governo Letta, stanno portando al brusco calo del PD che perde l'1,4% e si assesta al 26,8%.

Che siano anche le dichiarazioni di D'Alema e altri che stanno remando contro Renzi, colui che probabilmente con l'effetto Leopolda aveva dato respiro e fiducia all'elettorato del Partito Democratico?

Nonostante il Consiglio Nazionale e una scissione probabile e imminente, il Popolo della Libertà riesce a gudagnare qualcosa e portare dunque il PDL-Forza Italia al 24,4%, +0,4% rispetto ai dati precedenti risalenti all'8 novembre.

Ma il colpaccio lo sta facendo e costruendo sulla crisi degli altri partiti maggiori, il M5S che sale ancora dello 0,8% avvicinandosi anche al PD con un consenso stimato del 25,3% da parte degli italiani.

Cresce però il SEL dello 0,5% con il 4,7%, quasi stazionaria la LEGA con il 3,8%, sempre più giù visto che il caso Cancellieri sembra avere ancora nuove sorprese da riservare al 2,5%, perdendo lo 0,7%, infine UDC al 2,4% in ripresa.

Non risulta il dato di Fratelli d'Italia che di solito viene dato dagli altri istituti intorno al 3%.

Sondaggi politici Primarie PD

Renzi riduce di poco il suo vantaggio che resta abissale su Cuperlo, il 53% contro il 18%. Civati segue con l'11% mentre Pittella solo il 2%, ma in realtà il 2° posto è quello degli indecisi con il 16%.

Fiducia nei Leader degli italiani

Renzi perde il 2% e si fa raggiungere da Napolitano il cui dato rimane invariato, ad entrambi il 49%. Cala anche il consenso di Letta di 2 punti, effetto Governo, con il 40%. A seguire Grillo al 29% che sale di 1 punto, scende Alfano del 2% e si piazza con il 26%.

Calano di 1 punto anche Vendola e Maroni (20% e 19%), Silvio Berlusconi al 18% e Monti al 17% rimangono invariati, +1 per Epifani al 16%.



Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la pagina Sondaggi Politici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!