Sulla leggeelettorale il patto Berlusconi Renzi è chiarissimo: i leader dei due partiti,nell’incontro di pochi giorni fa, hanno messo sul tavolo una serie di obiettivicomuni, prima di tutti quello di fermare l’avanzata del Movimento Cinque Stelledi Beppe Grillo.

Secondoquanto riporta Affari Italiani, i Berlusconi e Renzi si sarebbero detti questeparole: "CaroSilvio, usciamo di qua con un accordo. E cerchiamo un modo per contenereGrillo" avrebbe affermato ilsegretario del PD a cui il Cavaliere avrebbe risposto: "Caro Matteo, sono con te. Mi fido di te.

Andiamo avanti".

Matteo Renzi ha dichiarato che vuole arrivare ad una legge elettorale atutti i costi, anche facendo un accordo col nemico di sempre del suo partito. Epoco importa se in seguito a questo Cuperlo si è dimesso dalla presidenza delPD o se la minoranza interna ha fortemente criticato l’operato del suoprincipale esponente.

All’interno del Partito Democratico ormai si è creata una correntepalesemente contro il segretario comprendente anche Pippo Civati, che haannunciato una controproposta di legge elettorale. Inoltre la minoranza si èespressa contro l’assenza di preferenze che fa dell’Italicum un surrogato dellalegge porcellum da cambiare assolutamente, costi quel che costi.

Ma a Berlusconi e Renzi, in questo momento, sembra interessare una solacosa: liberarsi di Grillo facendo leva su una legge elettorale che premi ipartiti tradizionali a discapito del Movimento 5 Stelle.

Dopo essersi preso ilpartito, il sindaco di Firenze punta a prendersi l’Italia senza troppitatticismi.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la pagina Silvio Berlusconi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!