Ufficialmente aperta la crisi di governo. La direzione nazionale del Partito democratico, dopo la relazione del segretario Matteo Renzi, ha approvato a larga maggioranza (136 sì contro, 15 no e 2 astenuti) il documento finale in cui si sottolinea "la necessità e l'urgenza di aprire una fase nuova, con un governo nuovo che abbia la forza per affrontare i problemi dell'Italia Paese con un orizzonte di legislatura da condividere con l'attuale coalizione di governo e con un programma aperto alle istanze rappresentate dalle forze sociali ed economiche".

A votare contro sono stati i delegati in direzione dell'area che fa riferimento a Pippo Civati. Tra gli astenuti l'ex viceministro all'Economia Stefano Fassina e i delegati vicini al premier Enrico Letta.

Governo, Enrico Letta si dimette

"A seguito delle decisioni assunte oggi dalla direzione nazionale del Pd - ha fatto sapere l'attuale premier Enrico Letta - ho informato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano della mia volontà di recarmi domani al Quirinale per rassegnare le dimissioni da presidente del Consiglio dei ministri".

Governo, Alfano: "Letta meritava parole più generose"

"Il governo guidato da Enrico Letta - ha detto il vice premier e leader del Nuovo centrodestra Angelino Alfano - avrebbe meritato parole più generose dal Partito democratico.

Il Governo Letta - ha aggiunto Alfano - lascia al Paese un'economia con il segno più dopo averla trovata col segno meno. Il Governo Letta viene fatto cadere e la sua esperienza viene conclusa - ha aggiunto Angelino Alfano - a causa dello scontro interno al Partito democratico e in esito all'evoluzione della leadership. E' arrivato un nuovo segretario nel Pd e di fatto stasera cade il Governo".

Governo Renzi? Movimento 5 stelle: "Attentato alla democrazia"

"La crisi di governo è aperta, Letta venga in Parlamento ­- ha scritto su Facebook Danilo Toninelli, deputato del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo - a riferire che il suo partito lo ha sfiduciato (evento mai accaduto nella storia) e Napolitano - ha aggiunto il deputato grillino - consenta questa doverosa prassi parlamentare in uso dai tempi di Scalfaro.

Il Partito democratico - ha proseguito il deputato M5s Danilo Toninelli non pensi di chiudere la questione con una diretta streaming dal Nazareno o da una qualsiasi delle tante sue sedi. Non consentire questo passaggio - secondo Toninelli - rappresenterebbe l'ennesimo attentato alla democrazia parlamentare da parte del Partito democratico".

Governo, Silvio Berlusconi al Quirinale per le consultazioni

Il capo di Forza Italia Silvio Berlusconi ha intanto già convocato i vertici del partito. Silvio Berlusconi - hanno fatto già sapere fonti azzurre alle agenzie di stampa - guiderà la delegazione di Forza Italia al Quirinale per le consultazioni per il nuovo governo.

Segui la pagina Pd
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!