Nel programma tv di Rai Porta a Porta del 26 marzo 2014, vengono ospitati Antonio Noto per Ipr Marketing e Alessandra Ghisleri per Euromedia Research, per presentare non solo le intenzioni di voto degli italiani, ma anche il loro sentiment tramite altri Sondaggi politici, mirati a cosa ne pensano del rapporto dell'Italia in Europa, del Parlamento Europeo, e di un eventuale uscita dall'Euro.

Per conoscere invece l'esito dei sondaggi elettorali Euromedia e Ipr riguardo alle intenzioni di voto alle prossime Politiche, clicca qui.

Intenzioni di voto Elezioni Europee 2014 a confronto

Sondaggi Euromedia e IPR Marketing

  • PD 31,5% - 29,5%

  • Forza Italia 22,2% - 22,0%

  • M5S 20,8% - 23,0%

  • Lega Nord 4,4 - 4,3%

  • Lista Tsipras (L'altra Europa) 4,0% - 3,5%
  • Nuovo Centrodestra 3,5% - 4,3%

  • Fratelli d'Italia-An 3,1% - 3,0%

  • Scelta Europea (ALDE) 1,8% - 2,3%

  • UDC - PPI 1,5% - 2,0%
  • Scelta Civica 1,0% - 1,0%

  • Altri partiti 6,2% - 5,1%

Prima di andare a vedere gli altri sondaggi politici, una considerazione.

E' palese che sul M5S e il PD ci siano differenze non trascurabili, mentre nonostante la Ghisleri abbia un certo feeling con Berlusconi, i dati di Forza Italia sono praticamente uguali o quasi.

Ricordiamo che la soglia di sbarramento per entrare nel Parlamento Europeo è del 4,0%. Per cui è importante la differenza che danno i 2 istituti a NCD. Secondo Euromedia non prenderebbe seggi, con IPR sì.

La Lega riuscirebbe ad ottenere qualche seggio, per tutti gli altri sarà molto difficile farlo. A questo proposito sorprende che la Lista Tsipras data più alta ai suoi arbori, ora rischi di non entrare nel Parlamento Europeo.

Sondaggi politici su Euro e Europa a confronto

Sull'uscita dell'Italia dall'Euro: il sentiment fra quelli a favore e quelli contro comincia ad avvicinarsi, se all'inizio della crisi economica italiana di circa 5 anni fa, i favorevoli erano appena il 30% e anche meno, ora Euromedia li stima al 40% e Ipr al 37%.

Quelli contro sono in entrambi i casi circa la metà degli italiani, nel 2009 erano circa il 70%.

Gli italiani sul Parlamento Europeo: decisamente poca la fiducia, il 31,5% per Euromedia e il 28,0% per Ipr. Alta invece la sfiducia, rispettivamente per i due istituti, il 58,3% e addirittura il 68,0%.

La permanenza dell'Italia nella Unione Europea: scontentissimi ad oggi gli italiani, solo il 14,0% circa si dice soddisfatto nel rapporto, percentuale molto simile anche per quelli contrari.

Chi vince sono gli italiani che vogliono un ruolo più importante del Paese nella UE, e soprattutto una politica europea da rivoluzionare, rappresentano un range del 60-72%.

In conclusione, secondo i sondaggi di entrambi gli istituti, Euromedia e Ipr Markenting, gli italiani condannano l'attuale politica dell'Unione Europea, ma non sono convinti ad uscirne a priori, nonostante la forte tentazione.

Sulla uscita dall'Euro, cresce il sentiment favorevole, ma d'altro canto prevale ancora la paura delle conseguenze di una tale azione decisione.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Sondaggi Politici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!