Beppe Grillo ha lanciato una nuova provocazione. Il leader del Movimento 5 Stelle in questi giorni ne ha avute per tutti, specialmente Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri a causa delle recenti vicende che sono note a tutti, ma anche il Premier Matteo Renzi è finito nel mirino del comico genovese, a causa dei famosi 80 euro in busta paga che a detta sua sarebbe una sorta di scambio di voto. Nonostante tutto, il pericolo numero uno porta il nome di Equitalia.

Il M5S ha lanciato un'iniziativa chiamata #abolirequitalia sul blog di Beppe Grillo, rivolta a tutti quelli che si sentono perseguitati da Equitalia.

Per quella gente che ne vorrebbe l'abolizione, viene chiesto di scattare un selfie e di postarlo sull'apposita pagina internet. Beppe Grillo ha dichiarato guerra a Equitalia, dicendo a tutti gli italiani che è giunta l'ora di guardarsi in faccia. A detta del leader del Movimento 5 Stelle, Equitalia non ha mai perseguitato gli evasori fiscali, ma è stato uno sgherro che ha oppresso i più piccoli, chiudendo un occhio su quelli ricchi e potenti.

Sono molti gli italiani che non sono stati risparmiati negli ultimi tempi dalle cartelle esattoriali, perciò secondo Grillo è tempo di voltare pagina e chiedere l'abolizione, dato che le piccole aziende sono state messe in ginocchio a causa del sequestro di macchinari e le famiglie gettate in strada perché privati delle loro case a causa dei debiti.

Beppe Grillo ha affermato che Equitalia non ha pignorato yacht ai ricchi, ma piuttosto ha mandato sul lastrico i poveri disgraziati, per questo motivo andrebbe chiuso.

Abolire Equitalia, secondo il Movimento 5 stelle, non è solamente un gesto di giustizia verso le numerose vittime, ma anche un gesto di civiltà, che permetta di archiviare metodi da medioevo oppressivi nei confronti dei cittadini. 

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!