"Il dl carceri approvato oggi è un atto doveroso nei confronti dell'Europa vista la sentenza Torreggiani", ha dichiarato il senatore del Pd Felice Casson commendando il via libera oggi al Senato al cosiddetto decreto svuota carceri - che prevede sconti di pena del 10 %, risarcimenti in denaro nella misura di 8 euro al giorno e divieto di applicazione della misura cautelare in carcere per reati la cui pena edittale massima prevista non sia superiore ai tre anni di carcere.

Decreto svuotacarceri come indulto e amnistia? Ecco tutte le novità

Ecco tutte le novità del decreto Renzi - Orlando che secondo le opposizioni e una sorta di indulto mascherato se non addirittura una amnistia mascherata.

Il decreto in favore dei detenuti e contro il sovraffollamento carceri contiene principalmente delle misure risarcitorie per i detenuti costretti a vivere in carceri sovraffollate e in condizioni degradanti e inumane in violazione della Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Per quanto riguarda gli sconti di pena, se questa è ancora da espiare, è previsto un condono - quindi una specie di indulto che condona la pena diversamente dall'amnistia che estingue il reato - di un giorno ogni dieci passati in celle sovraffollate. Agli ex detenuti fuori dal carcere, invece, andranno invece 8 euro per ogni giornata in cui si è subito la reclusione in condizioni disumane. Oltre che nuove norme per benefici a minori e under 25, al potenziamento dei tribunali di sorveglianza, alla possibilità dei domiciliari senza scorta, il decreto del Governo Renzi introduce anche nuove norme contro la carcerazione preventiva, in particolare viene modificata la norma per l'applicazione della custodia cautelare in carcere in caso di pena inferiore ai 3 anni.

Svuotacarceri, amnistia e indulto 2014: interventi di Casson (Pd) e Buemi (Psi)

"Si tratta di un altro tassello importante che il Governo Renzi - ha aggiunto il parlamentare del Partito democratico di Matteo Renzi - inserisce in un piano più complessivo di riforma del sistema penale e del circuito carcerario che hanno bisogno di interventi organici.

Ci sono ancora tante cose da fare - ha sottolineato il senatore Felice Casson - per cui non possiamo dirci completamente soddisfatti ma il riconoscimento positivo che ci viene fatto dall'Europa, dopo i richiami che l'Italia ha subito, ci deve spingere a proseguire su questa strada". "Richiamo l'attenzione del ministro della Giustizia Andrea Orlando - ha detto il senatore Enrico Buemi, capogruppo del Psi in commissione Giustizia al Senato della Repubblica commentando l'ok al decreto svuotacarceri del Governo Renzi - su un accorto utilizzo degli strumenti di riduzione della popolazione carceraria, in particolare - ha detto il parlamentare socialisti primo firmatario di uno dei quattro disegni di legge per la concessione di indulto e amnistia 2014 - quella che è costretta in una situazione di ozio, di inoperosità e di promiscuità deleteria pur non rappresentando - ha sottolineato Enrico Buemi - un rischio effettivo per la società, che potrà essere messo a regime con l'esercizio della delega alla depenalizzazione conferita dal Parlamento.

Essa - ha aggiunto il senatore del Psi impegnato a portare avanti il suo ddl per amnistia e indulto 2014 - potrà avvalersi anche delle modalità di migliore impegno delle strutture esistenti suggerite dallo stesso".

Segui la nostra pagina Facebook!