Dopo la grande crisi economica che sta vivendo Forza Italia, l'ex premier Silvio Berlusconi ha voluto sottolineare la sua nuova strategia per una ridiscesa in campo ed una rinascita del Centro Destra dei moderati ribadendo di appoggiare il terzo governo Renzi soltanto sulle riforme ma di voler fare opposizione su tutto il resto: "Basta con quest'Euro". Il presidente di FI durante l'incontro al Comitato dell'Ufficio di Presidenza per la riunione del partito si è lanciato in un complesso e articolato discorso sulla politica economica internazionale e ha voluto precisare le linee guida della nuova FI, verso la rottamazione per un rinnovo dei vertici, pronta ad uscire dall'Euro anche se solo come "estrema ratio": "Tra qualche anno l'Ue sarà la potenza più debole del mondo".

La difficile analisi economica dell'ex premier, completamente guarito dall'attacco di congiuntivite, è suonato come un allarme verso una crisi economica senza precedenti storici che non consente più indecisioni, ma scelte dure e decisioni concrete e condivise con gli altri Paesi Ue, precisando di averne parlato con il premier Renzi della necessità di chiedere all'Unione Europea e in particolare alla Germania, che la Bce stampi moneta e garantisca i titoli di stato. Dopo aver constatato i passi indietro fatti del premier Renzi sull'accordo del Nazareno, Silvio Berlusconi ha dato un giudizio duro mostrando la sua forte delusione sulla Riforma del Lavoro, e anche sulle politiche adottate dal terzo governo tecnico Renzi sull'immigrazione, precisando la necessità di uscire dall'arretratezza della giustizia, digitale, e delle infrastrutture.

Intanto il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi durante il suo intervento al Festival Internazionale di Ferrara è stato accolto alle grida di "buffone, buffone" e con il lancio di uova sul palco da parte di alcuni manifestanti, contestazioni che sono aumentate durante il suo intervento, e come risposta il premier, è il caso di dirlo, ha sfoderato il suo miglior sorriso: "A chi non ha altri argomenti che le uova noi continuiamo a rispondere con un sorriso".

Segui la pagina Silvio Berlusconi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!