Silvio #berlusconi continua la sua campagna elettorale in vista delle #Elezioni politiche del 4 marzo tra interviste ai giornali e apparizioni in televisione. Berlusconi è il leader di Forza Italia ma non si sa se anche della coalizione di centrodestra con la Lega di Salvini e Fratelli d'Italia della Meloni: tra i partiti è stato sì firmato un'accordo sul programma, ma dalle dichiarazioni dei tre capi-partito, in particolare le dichiarazioni di Matteo Salvini su come attuare la riforma pensioni [VIDEO], pare che ci siano alcune differenze importanti; senza poi parlare delle ipotesi di "alleanze alternative" ventilate da alcuni analisti, in particolare quella tra Lega e Movimento 5 Stelle e quella tra Forza Italia e PD.

In realtà proprio questa seconda incredibile (incredibile?) ipotesi è stata smentita in una intervista che Berlusconi ha rilasciato ad Agorà su Rai Tre nella giornata di martedì 5 febbraio 2018: "Non ci sarà nessuna possibilità di andare a fare una coalizione con il Pd e la sinistra che ha portato alla rovina dell’Italia", se dalle urne non emergesse una maggioranza chiara occorrerà tornare al voto. Ma per Berlusconi non sarà necessario perchè si è detto certo che la sua coalizione avrà la maggioranza sia alla Camera che al Senato, come i sondaggi e il clima generale che sente tra la gente che incontra in giro per l'Italia glielo confermano. Nel corso dell'intervento televisivo Berlusconi ha anche rilanciato sull'aumento delle #Pensioni minime a 1000 euro e sulla Flat Tax: ecco cosa ha detto.

Pensioni minime a 1000 euro, Berlusconi rilancia

Non parla di abolire la Legge Fornero, d'altra parte Berlusconi lo ha già ribadito che non è in programma (punto di disaccordo con Salvini che invece lo ha appena confermato), ma sapendo che probabilmente il pubblico di Agorà, che va in onda di prima mattina su Rai 3, è probabilmente composto da altri settori che i "lavoratori", il leader di Forza Italia ribadisce che in caso di vittoria del centrodestra - certa, a suo dire - entro l'estate le pensioni minime saranno portate a 1000 euro. Non solo: i 1000 euro di pensione al mese saranno anche per le casalinghe che non hanno versato contributi previdenziali perchè va garantita una vecchiaia serena e dignitosa alle "nostre mamme".

Flax Tax al 23% per Berlusconi, al 15% per Salvini

La Flat Tax resta un punto critico per il programma del centrodestra: è di certo tra quelli principali e sul quale si giocano milioni di voti, ma permangono sostanziali differenze, Infatti il leader leghista Matteo Salvini in una intervista a Il Sole 24 Ore ha ribadito che sarà al 15% [VIDEO], invece Berlusconi ha confermato l'aliquota al 23%.

Come la questione delle pensioni a 1000 euro, anche la riforma fiscale è detta dall'ex Cavaliere attuabile entro l'estate.

Per quel che riguarda la critica della non progressività della Flat Tax ad aliquota unica, che andrebbe a sostituire l'Irpef ad aliquote più elevate in base al reddito, Berlusconi risponde che ci sarà un sistema di deduzioni e detrazioni fiscali più forti che quelle attuali per i redditi più bassi nonchè una no tax zone fino a 12.000 euro di reddito annuo.