La Polonia dice sì alla legge sulla Shoah. Nelle ultime ore, il Senato polacco, nonostante le barricate dell'opposizione, ha approvato la discussa legge che prevede la condanna fino a 3 anni di carcere per chi affibbia alla Polonia la correità per l'Olocausto o confuta i delitti commessi sui polacchi, durante la guerra, da parte degli nazionalisti dell'Ucraina. Il partito conservatore polacco domina il Senato e, alla fine, ha avuto la meglio sull'opposizione. 57 senatori sono stati favorevoli alla legge; 23 i contrari e 2 gli astenuti. L'approvazione di stanotte ha fatto indignare Israele.

Yoav Gallant, ha definito l'approvazione 'un caso di negazione della Shoah'.

L'indignazione di Israele

Una legge certamente discussa quella sulla Shoah, appena approvata dal Senato polacco. Il ministro israeliano Gallant ha scritto su Twitter che non basta una legge per cancellare il ricordo di sei milioni di ebrei uccisi, assicurando che la memoria delle vittime della furia nazista verrà preservata. La legge sulla Shoah, dunque, è quasi in vigore; manca solo la firma del Capo di Stato Andrzej Duda. A questo, nelle ultime ore, si sono appellati vari senatori Usa della commissione contro l'antisemitismo. Duda, secondo loro, non dovrebbe mai firmare una legge del genere. I parlamentari polacchi, per il Dipartimento di Stato americano, dovrebbero tornare sui loro passi perché la legge sulla Shoah rischia di far incrinare i rapporti tra Polonia e Usa.

Polonia finita nella bufera per una legge. Ad attaccare la nazione dell'Est anche il Ministero degli Esteri ucraino e il Knesset israeliano. È attesa per oggi una dichiarazione del primo ministro polacco Mateusz Morawiecki sulla nuova legge.

La replica alle critiche del primo ministro polacco

Nei giorni scorsi, il premier polacco aveva replicato alle critiche verso la nuova legge sulla Shoah con un tweet: 'Auschwitz-Birkenau non è un nome polacco, e Arbeit Macht Frei non è una frase polacca'.

Morawiecki aveva sottolineato sul popolare social che Auschwitz è l'esempio di come le ideologie sciagurate possono portare 'l'inferno sulla terra'. Polacchi, ebrei e tutte le vittime dell'Olocausto dovrebbero, secondo il primo ministro polacco, essere paladini della memoria delle persone trucidate dalla barbarie nazista.

Il leader israeliano Netanyahu ha espresso la sua ferma opposizione alla legge sulla Shoah, precisando che la storia non può essere cambiata con una legge.

Segui la nostra pagina Facebook!