L'Italia non è decisamente un Paese per giovani. L'Italia sta invecchiando, lo dice l'Istat e lo dimostra il fatto che si può aspirare a diventare ministri a ottant'anni. L'età della pensione continua ad aumentare, e i capelli bianchi sono ormai quasi un must in molti ambienti.

Così, se la scelta dell'asse M5S - Lega venisse confermata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, all'Italia spetterebbe un nuovo 'triste' primato: avere nella squadra di governo il ministro più anziano del mondo.

Pubblicità
Pubblicità

Paolo Savona, nato nel 1936, fortemente voluto da Salvini-Di Maio come possibile guida del dicastero dell'Economia, compirà 82 anni ad ottobre. Nessun Paese, non solo nel G7, ha nella sua squadra di Governo un ministro così avanti con l'età.

L'unico coetaneo è Wilbour Louis Ross Junior, nato nel 1937, responsabile del commercio con l'estero nella squadra di Donald Trump, impegnatissimo tra dazi e imposizione di nuove sanzioni.

Pubblicità

Mentre Savona nasceva Galeazzo Ciano metteva la sua firma sull'Asse Roma-Berlino. Eppure è proprio su di lui che hanno puntato i due partiti che in questi giorni proclamano di aver dato vita alla Terza Repubblica.

Il nuovo record: quota 80

Consultando gli elenchi dei precedenti 69 governi della Repubblica Italiana, incluso l'uscente Gentiloni, non c'è traccia di ottantenni a cui sia stato affidato un ministero.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Nulla, neanche tra quelli che l'immaginario collettivo dipinge come immortali. Andreotti, Colombo, lo stesso Fanfani, che Indro Montanelli soprannominò "Il Rieccolo", ad un certo punto si dovettero ritirare. L'ultima volta che fece parte di un governo di cui fu naturalmente alla guida fu nel 1987 e allora Fanfani aveva 79 anni.

Gli stessi anni, 79, aveva Mirko Tremaglia, che da ministro del secondo governo Berlusconi aprì al voto degli italiani all'estero o Edgardo Lami Starnuti, al dicastero dell'Industria nel primo governo Moro.

Perfino il blasonato Conte Sforza, ministero degli esteri e assiduo frequentatore di ambasciate e salotti londinesi, a 79 anni lasciò Politica.

Diverso il discorso per la carica di Presidente della Repubblica, dove si sono succeduti nomi illustri di ottantenni come Luigi Einaudi, che sul Colle ha spento 80 candeline e l'anno seguente si ritirò a vita privata. L'amatissimo Sandro Pertini aveva 89 anni quando lasciò la presidenza, Scalfaro 81 anni e Ciampi 86.

Pubblicità

Per non parlare del Presidente Giorgio Napolitano che alla fine del doppio mandato ha lasciato l'incarico a Sergio Mattarella alla 'tenera' età di 90 anni.

L'età dei ministri in Europa

Di ministri 80enni in giro per l'Europa non se ne trovano, né negli archivi, né tantomeno nelle attuali squadre di governo delle "moderne democrazie".

Il presidente francese Emmanuel Macron ha 40 anni e l'età media della sua squadra di governo è 54 anni, con 6 ministri nati negli anni '50 ma nessuno nato prima della Seconda Guerra Mondiale.

Pubblicità

La squadra tedesca della Spd al governo della Grande Coalizione annovera al suo interno un 30enne, tre 40enni e due 50enni. Il politico più anziano è Horst Seehofer, classe 1949, tra poco 70enne. Si ricorda chiaramente di quando il Muro di Berlino divideva in due la città, torreggiando di fronte alla Porta di Brandeburgo. Non è un caso che sia anche il leader del Csu, il partito più conservatore della coalizione. Angela Merkel invece, nata nel 1954, compirà a Luglio 64 anni.

In Spagna Mariano Rajoy è a capo del governo di minoranza in cui l'età media è 55 anni, la stessa età di Rajoy. Il ministro più anziano è Cristoàl Montoro, nato nel 1950, ministro della funzione pubblica, la più giovane Dolors Montserrat, ministro della Salute, nata nel 1972.

E fuori dall'Europa?

In Cina, il Partito impone a tutti il ritiro obbligatorio a 69 anni. Tutti, dall'operaio al funzionario di partito.

Negli Stati Uniti d'America, il Paese che della giovinezza ha sempre fatto la sua bandiera, ci sono avvisaglie di cambiamento. Durante l'ultima campagna per le elezioni presidenziali, un Newsweek molto perplesso in un suo articolo sottolineava come, per la prima volta nella storia degli USA, l'età media dei tre candidati superasse i 70 anni.

I tre candidati erano Hillary Clinton classe '47, Donald Trump del '46 e Bernie Sanders, il candidato più amato dai giovani, del '41. Anche Sanders ha "visto" la Guerra, come Paolo Savona.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto