Il consiglio di amministrazione della Rai, insieme ai suoi vertici, direttore generale e presidente, sono in scadenza il prossimo 30 giugno. Il governo giallo-verde formato da M5S e Lega si prepara, come prescritto dalla legge, a nominarne i nuovi. Insieme a questi, verranno indicati anche i nuovi direttori dei telegiornali di viale Mazzini. Al momento, comunque, non ci sono certezze, ma filtrano solo alcune indiscrezioni, come quelle pubblicate dal quotidiano Il Giornale questa mattina, 17 giugno.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i favoriti alla guida del Tg1 dovrebbe esserci l’attuale direttore del Tg di La7, Enrico Mentana, considerato una personalità super partes da Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Intanto, sono ben 236 le candidature presentate per ricoprire uno dei 4 posti di nomina parlamentare nel Consiglio di amministrazione.

I nomi dei possibili nuovi direttori dei Tg: Rai ‘derenzizzata’

Secondo il giornalista del quotidiano diretto da Alessandro Sallusti, Pasquale Napolitano, Di Maio e Salvini si apprestano a ‘derenzizzare’ la Rai.

Pubblicità

Lo schema di quella che viene definita la “spartizione delle poltrone” della tv pubblica dovrebbe prevedere l’assegnazione del Tg1 ad una personalità equidistante da M5S e Lega. E la soluzione potrebbe essere individuata nella persona di Enrico Mentana, ex sia di Rai che delTg5 e attualmente direttore del Tg di La7, apprezzato da entrambi i contraenti al governo. In questo quadro, il Tg2 dovrebbe finire in mani leghiste, con in pole position il vicedirettore di Rai 1, Gennaro Sangiuliano, e la giornalista del Tg1 Grazia Graziadei.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Per il Tg3, dato in quota pentastellata, i nomi più gettonati, sempre secondo Il Giornale, sarebbero quelli di Milena Gabanelli, storica conduttrice di Report, e di Alberto Matano, giornalista del Tg1, descritto come “fedelissimo” del braccio destro di Di Maio, il sottosegretario alle Pari opportunità Vincenzo Spadafora.

Cda in scadenza il 30 giugno: direttore generale alla Lega, presidente al M5S

Il 30 giugno prossimo è la data di scadenza dell’attuale consiglio di amministrazione.

Monica Maggioni e Mario Orfeo dovranno alzarsi dalle poltrone, rispettivamente, di presidente e direttore generale. Anche qui la spartizione dovrebbe seguire la regola dei Tg: presidenza al M5S e direzione generale alla Lega. Per il primo ruolo si fa il nome di Carlo Freccero, attuale membro del cda, vicino ai pentastellati. Mentre per il dg si pensa a Ferruccio De Bortoli o, in alternativa, all’ex di La7 Fabrizio Salini. Intanto, come riporta Il Sole 24 Ore del 5 giugno, sono ben 236 i curriculum presentati in parlamento per ricoprire uno dei 4 posti di consigliere Rai la cui nomina spetta alle Camere.

Pubblicità

Tra questi, i nomi più altisonanti sono quelli di Michele Santoro, Giovanni Minoli, Fabrizio Del Noce e dell’ex Iena Dino Giarrusso, ora con i 5 Stelle.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto