Come ben sappiamo, l’Italia, negli ultimi mesi, ha attraversato un periodo critico e soffocante a causa dell’instabilità Politica, delle prese di posizione istituzionale, dell’insicurezza economica e della rabbia dei cittadini italiani che si sono sentiti letteralmente traditi dal veto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’Italia che è rimasta in stallo a subire anche le provocazioni come quelle pronunciate da Jean Claude Juncker: ‘Gli italiani devono lavorare di più, devono essere meno corrotti e smettere di incolpare l’Unione Europea per i problemi dell’Italia’.

E dopo 88 giorni di agonia, finalmente è nato il governo giallo-verde!

Composizione del Governo giallo-verde

Dopo l’incontro con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, il Premier Giuseppe Conte ha annunciato pubblicamente la lista ufficiale del governo M5S-Lega denominato Governo del cambiamento. Diciotto ministri di cui cinque donne. La novità di questo governo giallo-verde è che ci sono due vicepresidenti del Consiglio: il pentastellato Luigi Di Maio e il leghista Matteo Salvini. A Luigi Di Maio è toccato anche il ruolo di ‘Ministro dello Sviluppo Economico, Lavoro e Politiche sociali’ mentre a Matteo Salvini il ‘Ministro dell’Interno’. Il Presidente della Facoltà di Economia dell’Università di Tor Vergata, Giovanni Tria, è stato confermato come ‘Ministro dell’Economia e delle Finanze’.

Il ruolo di ‘Ministro degli Esteri’ è stato assegnato a Moavero Milanesi, professore in diritto comunitario. All'avvocato civilista, Alfonso Bonafede, è stato conferito il ruolo di ‘Ministro della Giustizia’.

All'economista Paolo Savona è stato attribuito il ‘Ministero delle Politiche comunitarie’. Il ruolo di ‘Ministro dei Rapporti con il Parlamento e Democrazia diretta’ è stato aggiudicato a Riccardo Fraccaro, laureato in ‘Diritto internazionale dell’ambiente’.

Come ‘Ministro per la Pubblica Amministrazione’ è stata confermata l’avvocatessa Giulia Bongiorno. Il ‘Ministero degli Affari Regionali’ è stato conferito all'avvocatessa e leghista DOC, Erika Stefani. Alla pentastellata Barbara Lezzi è stata assegnata il ‘Ministero del Sud’.

Il ruolo di ‘Ministro per la Famiglia e la Disabilità’ è stato assegnato a Lorenzo Fontana, laureato in Scienze Politiche.

Ad Elisabetta Trenta, docente universitaria ed esperta di sicurezza ed intelligence, è stato aggiudicato il ‘Ministero della Difesa’. Gian Marco Centinaio, laureato in Scienze Politiche, è stato scelto per guidare il 'Ministero dell’Agricoltura'. Il ‘Ministero delle Infrastrutture e Trasporti’ è stato affidato nelle mani dell’impiegato assicurativo Danilo Toninelli.

Come 'Ministro dell’Istruzione’ è stato confermato Marco Bussetti, docente di scuola primaria, medie e dirigente scolastico. Come ‘Ministro della Cultura e del Turismo’ è stato scelto il pentastellato Alberto Bonisoli, direttore dell’Accademia delle Belle Arti a Milano. La pentastellata Giulia Grillo è stata proposta come ‘Ministro della Salute’.

Al ‘Ministero dell’Ambiente’ è stato selezionato Sergio Costa, Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri. E, infine, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio è Giancarlo Giorgetti. Ha concluso così il Premier Conte chiudendo la lista ufficiale dei Ministri.

Le parole rassicuranti del Premier Giuseppe Conte

Con grinta, tenacia e determinazione, il Premier Giuseppe Conte ha dichiarato ‘Lavoreremo intensamente per migliorare la qualità di vita degli italiani, per realizzare gli obiettivi politici scritti e siglati nel contratto di Governo. E noi ce la metteremo tutta!’ Dopo un lungo inferno, finalmente uscimmo a riveder le stelle!